Le parole di Ahmadinejad suscitano polemica nelle Nazioni Unite

Il leader iraniano, Ahmadinejad, ha parlato oggi davanti  alla conferenza delle Nazioni Unite per la revisione del Trattato sulla non proliferazione nucleare e le polemiche non sono mancate.  Molti rappresentati delle nazioni occidenatali hanno infatti abbandonato la sala durante il discorso del presidente iraniano.

“Le armi nucleari americane in Germania, Italia, Giappone e Olanda e in altri Paesi dovrebbero essere smantellate“.  Queste le parole che hanno scatenato l’indignazione delle delegazioni di Gran Bretagna, Francia e Italia, che hanno lasciato la sala del Palazzo dell’Onu in segno di protesta. Anche gli USA hanno abbandonato la conferenza quando il leader ha sparato a zero contro il nemico numero uno “Gli Stati Uniti”. “Gli USA sono i responsabili della proliferazione nucleare nel mondo. L’utilizzo di armi nucleari da parte degli Usa ha scatenato una corsa al nucleare”. 

Rispondendo al segrerario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, che aveva chiesto all’Iran di accettare la proposta dell’agenzia nazionale per l’energia atomica, Ahmadinejad ha sottolineato che”quello scambio noi l’abbiamo accettato fin dall’inizio, per noi è un affare fatto. Abbiamo passato la palla, ora tocca ad altri”.