Grande Fratello 10: Sarah Nile sogna di fare un film con Pedro Almòdovar

Sarah Nile, senza ombra di dubbi ha rappresentato una delle ex concorrenti più chiacchierate ed al contempo amate dell’ultima edizione del reality show più spiato d’Italia, Grande Fratello. Una popolarità, per certi versi doppia, la sua, poiché cresciuta sempre di più in seguito alla forte amicizia creata con un’altra bellissima ex gieffina, Veronica Ciardi, meglio definita come “il sogno”, nonostante le ultime voci in merito la vedrebbero in forte crisi con la ragazza romana.

Dopo essere stata al centro del gossip anche per alcune foto che la ritraevano prima con una ragazza, facendo subito parlare di “tradimento” a spese della Ciardi, poi smentito dalla stessa Nile affermando che la ragazza in questione altro non era se non la cugina, e poi con il suo ex fidanzato, l’ex playmate ha in serbo delle importanti novità da un punto di vista professionale, anche se per ora preferisce restare sul vago e tenere ancora per un po’ sulle spine i suoi numerosi sostenitori.

In merito agli ultimi rumors che vedrebbero Sarah e Veronica alle prese, in coppia, con gli scatti per un calendario sexy insieme, Sarah semplicemente commenta, sulle pagine della rivista ufficiale del Grande Fratello: “Allora… diciamo così, lascio la porta aperta… ma non dico di più”. E chi ha orecchie per intendere… Ma questa potrebbe non essere l’unica novità. Alla domanda se la vedremo presto in tv, in panni diversi da quelli di ospite, come ultimamente siamo stati abituati a vederla, la Nile replica: “A breve a breve mi “sentirete”… diciamo così… ma non posso dire altro”.

Nell’attesa, Sarah svela il suo sogno nel cassetto: “Fare del cinema”, afferma. “Mi piacerebbe molto lavorare con Petro Almòdomar. Quando vivevo in Spagna abitavo a venti metri da casa sua, è un genio. Mi vedo a recitare un ruolo drammatico in uno dei suoi film”. E per quanto riguarda i suoi partner ideali, con i quali lavorare, confessa: “Se proprio devo scegliere ti dico Raoul Bova, Gabriel Garco e Stefano Accorsi”.

Emanuela Longo