David Cameron offre un patto ai liberal democratici

Il leader dei conservatori David Cameron ha offerto ai liber democratici di Nick Clegg  un accordo “ampio, aperto e globale” per una coalizione di governo, sottolineando che il Paese ha in questo momento bisogno di un governo “forte e stabile”. 

I consevatori hanno vinto le elezioni di ieri, ma non hanno raggiunto la maggioranza assoluta di 320 seggi che gli permetterebbe governare “in solitario”. Per questo Cameron cerca l’appoggio di Clegg – che ha riconosciuto il diritto dei conservatori a governare- prima che il leader liberaldemocratico possa trovare un accordo con l’attuale premier Gordon Brown.

Gli ultimi risultati ufficiali diffusi- quando sono state scrutinate già 649 circoscrizioni su 650– danno ai Tories 306 seggi, contro i 258 dei laboristi e ai 59 seggi dei liberaldemocratici. Nick Clegg ha considerato “deludente” il risultato ottenuto, soprattutto dopo la repentina popolarità ottenuta con i dibattiti televisivi.

Nonostante  Cameron abbia offerto a Clegg di entrare a far parte del governo ha messo in chiaro le cose, ribadendo che Gran Bretagna non dovrà “cedere poteri all’Europa” su temi quali “controllo sull’immigrazione” e “la difesa del Paese”. Per quanto riguarda invece una eventuale riforma del sitema elettorale, Cameron ha detto che ne dovranno discutere, perchè “i liberaldemocratici hanno le loro idee e noi abbiamo le nostre”.