Frattini: l’allarme lanciato ieri da Moody’s è un attacco speculativo; inversione di tentenza a Piazza Affari

Dopo il pesante crollo registrato ieri a Piazza Affari,  che alla chiusura ha registrato un – 4, 98 % ai danni della nostra Borsa,  oggi a poche ore dall’apertura assistiamo ad un’inversione di tendenza.  Ieri un rapporto della Moody’s ci avevo indicato come un possibile paese a rischio e questo si era ripercosso brutalmente sugli indici; oggi invece si legge su un nuovo rapporto dell’agenzia di rating Moody’s dedicato all’Italia e intitolato “La sfida italiana”: “L’Italia non è tra i paesi più a rischio fra quelli colpiti dalla crisi, perché non è stata in prima linea durante la crisi finanziaria globale e non lo é neanche ora che la crisi finanziaria si trasforma in crisi del debito pubblico”.  

Borsa valori in forte oscillazione nella mattinata, con la quota che ha aperto in ribasso del 2,4% per poi riguadagnare la parità. L’inversione di tendenza è avvenuta dopo la diffusione del nuovo rapporto di Moody’s, che fa dietrofront e afferma che l’Italia è tra i paesi meno a rischio. L’indice Ftse Mib segna un +0,16%, a 19.514 punti, mentre l’All Share è sul -0,01%.

L’allarme lanciato da Moody’s per le banche italiane è “uno dei casi scuola di attacco speculativo: si diffondono notizie non vere e si provoca una reazione da parte di potenziali speculatori. Immediatamente dopo, un’altra agenzia di rating dice il contrario, mi riferisco a Fitch”. Lo ha detto il ministro degli Esteri, Franco Frattini, intervenuto alla trasmissione Mattino 5. “Speculazioni alle quali dobbiamo fermissimamente reagire, come ha reagito il governo  e la Banca d’Italia che hanno diffuso i dati ufficiali, ripristinando la verità “, ha aggiunto il titolare della Farnesina, sottolineando che “la questione vera è la credibilità di questi cosiddetti istituti di rating, gli stessi che davano 10 e lode a Lemhan Brothers quando stava fallendo, il giorno prima dell’abisso”. L’effetto di queste speculazioni è “un effetto negativo per milioni e milioni di cittadini e risparmiatori di tutto il mondo, ecco perché dobbiamo reagire tutti con assoluta fermezza”, ha detto ancora Frattini, ricordando che stasera a Bruxelles i capi di Stato e di governo dell’Eurogruppo confermeranno le misure di salvataggio della Grecia come “la risposta più credibile a questi tentativi di speculazione”.

Diana de Angelis