Isola dei Famosi 2010: a Claudia Galanti sfugge…un seno

Inutile negarlo: “L’Isola dei Famosi” di quest’anno non sarà stata un granché negli ascolti, ma di sicuro è stata molto chiacchierata.

A cominciare dall’eliminazione di Aldo Busi, l’unico che riusciva a tenere un po’ movimentata la situazione, per arrivare alle performance di Sandra Milo e a Federico Mastrostefano che lascia la fidanzata con tanto di “non ti amo più” in diretta. Ora ci si mette pure la padrona di casa: Simona Ventura ha dichiarato di non voler presentare l’ottava edizione del reality show che è stato suo praticamente dall’inizio.

E il tutto non poteva che finire con un siparietto hot. Protagonista stavolta della serie “il seno che sfugge” è Claudia Galanti. La bella ex naufraga si è resa protagonista di un balletto molto sexy in lingerie, chiedere per credere al marito di Ivana Trump, rimasto a bocca aperta per tutto il tempo dell’esibizione.

La showgirl si è dimenata su una sedia, rigorosamente in reggiseno e perizoma, accompagnata da Nina Senicar Aura Lorenzetti. Unico problema, tra un movimento e l’altro, alla Galanti è sfuggito un seno.

Dopo la performance di Ilary Blasi e il suo vestitino dispettoso che ha fatto fuoriuscire un seno nel balletto finale de “Le Iene Show”, adesso è toccato agli spettatori dell’Isola, i cui occhietti sono stati deliziati dalle curve e dagli inconvenienti di ballare in intimo di Claudia.

Insomma, le tre sexy ex naufraghe hanno distolto l’attenzione da Daniele Battaglia, trionfatore dell’Isola. Il figlio di Dodi dei Pooh non è un novellino, ha già cantato a Sanremo e fa il deejay su 105, ma adesso si prospetta per lui un programma tutto suo.

Nonostante questo, anche lui soffre della sindrome dei figli d’arte: “Volevo togliere il preconcetto di essere visto come il figlio di Dodi, uno dei Pooh o come il fratellino sfigato di Francesco Facchinetti – ha detto dopo la vittoria -. L’ho detto non perché mi debba vergognare, anzi è un vanto. I Pooh hanno fatto la storia della musica italiana. È che sentivo troppo pesante il bagaglio che mi veniva dato, quello di essere un viziato e figlio di papà”.

Antonella Gullotti