SBK, Biaggi conquista Monza ed è a -3 dalla vetta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:39

Il campionato Superbike va’ in scena nel celeberrimo circuito di Monza. Storia, passione e velocità a far da cornice ad un categoria sempre più interessante ed avvincente. Le sorprese non sono mancate così come i sorpassi, ma alla fine è la passione a vincere.

Gara 1

La Pole di Max Biaggi aveva fatto intuire che il pilota con la sua Aprilia possedeva un pacchetto estremamente competitivo, in grado di poter tranquillamente lottare per la vittoria. E infatti per quasi tutta la durata della gara Biaggi è rimasto davanti, cercando di forzare il ritmo e staccare gli avversari. Cos’ il gruppo si è presto sciolto e quelli che riuscivano a tenere il ritmo indiavolato di Max sono rimasti ben pochi. Il duo Yamaha Corser e Crutchlow più il pilota Suzuki Haslam e Rea su Honda. Anche Corser e Fabrizio sembravano in grado di lottare per le prime posizione, ma pian piano sono stati staccati. La gara quindi è stata dominata da questi cinque, con scambi di posizioni e giri record continui. Rea improvvisamente forza il ritmo, ma scivola sulla ghiaia e così è costretto al ritiro. Biaggi continua a girare forte, gli unici che paiono in grado di impensierirlo sono i due piloti Yamaha. Un inseguimento che durerà vari giri, ma alla fine la situazione non cambierà. Biaggi vince di forza Gara 1 su Corser e Crutchlow. Haslam alla fine è quarto, Fabrizio chiude settimo mentre Haga solo undicesimo.

Gara 2

Anche in Gara 2 Max Biaggi parte perfettamente e va’ subito in prima posizione. Però questa volta vi sarà alla prima curva un brutto incidente con Toseland, Rea e Xaus coinvolti e immediatamente esclusi dalla gara. Così l’unico che può impensierire Biaggi sono Crutchlow ed Haslam. Ma il pilota Suzuki non riesce a tenere il ritmo dei primi due, così perde il contatto e mantiene la terza posizione. Il duello per la vittoria si riduce quindi a due, ma il motore Yamaha di Crutchlow improvvisamente si rompe, facendo ritirare il pilota inglese e regalando la vittoria a Max e alla sua Aprilia. Haslam secondo, prima podio della BMW con il grande Troy Corser. Fabrizio invece cade al primo giro mentre Haga alla fine riesce ad arrivare sesto, anche se la competitività è ancora lontana. Notare Luca Scassa che nonostante una moto poco sviluppata arriva decimo davanti ad un Carlos Checa in completo affanno qui a Monza.

La Classifica piloti vede l’importante recupero di Biaggi su Haslam. Ora i due piloti sono distanziati da appena tre punti. Rea è comunque terzo nonostante le due cadute di oggi. In quella costruttori sorpasso della Aprilia che diviene il leader seguita dalla Suzuki. Ducati terza, in crescita la BMW Qui sotto le classifiche aggiornate:

  1. Leon Haslam          181
  2. Max Biaggi               178
  3. Jonathan Rea            110
  4. Carlos Checa              110
  5. James Toseland         106
  6. Noriyuki Haga            100
  7. Troy Corser                   92
  8. Leon Camier                 72
  9. Sylvain Guintoli           70
  10. Cal Crutchlow               65
  11. Michel Fabrizio             62
  12. Shane Byrne                   58
  13. Jakub Smrz                     47
  14. Tom Sykes                        35
  15. Ruben Xaus                     35
  16. Lorenzo Lanzi                 26
  17. Max Neukirchner           23
  18. Luca Scassa                     16
  19. Chris Vermeulen              5
  20. Andrew Pitt                        3
  21. Roger Lee Hayden            2
  22. Joshua Brookes                  1
  23. Broc Parkes                          1
  24. Matteo Baiocco                    1
  1. 1. Aprilia        184
  2. Suzuki           181
  3. Ducati            149
  4. Honda            119
  5. Yamaha          113
  6. BMW                 95
  7. Kawasaki          37

Riccardo Cangini

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!