La Pupa e il secchione: Francesca Cipriani è confusa, Pasqualina Sanna è una bugiarda

E’ andata in onda su Italia Uno, ieri sera, la quarta puntata del comedy show “La Pupa e il Secchione 2” che, anche questa volta ci ha regalato momenti esilaranti e al limite del grottesco.

Per la cronaca, ad andare alle temute nomination le coppie formate da Pasqualina-De Giovanni, Elena-Tassinari e Ludovica-Corteggi, mentre hanno abbandonato il programma Francesca e Cavazzoni.

Non sono mancati i momenti di alta tensione, quando Paola Barale ha fatto rivedere la spropositata reazione, alquanto manesca con tanto di ceffoni, da parte della rabbiosa Elena nei confronti di un costernato De Giovanni, colpevole di averla etichettata come cretina.

Esilaranti anche le clamorose gaffe che hanno condito il consueto appuntamento con l’ ormai irrinunciabile “Zucca Quiz” che ha visto protagonista assoluta, ancora una volta l’ ex gieffina abbruzzese Francesca Cipriani. La biondissima maggiorata, dopo lo scivolone a doppio senso su Italo Bocchino, definito come “un bolognese sporcaccione”, ha dato bello sfoggio di sè confondendo il presidente francese Nicolas Sarkozy, con il marito del personaggio “Francesca” nella serie televisiva “La Tata“, poi rincarando la dose, come se ce ne fosse stato bisogno, ha scambiato la Regina Elisabetta prima per la nonna Camilla, poi con la regina degli scippi.

Come tralasciare le amnesie di Ludovica Leoni, che ha confuso il pittore Salvador Dalì per il barbiere di Siviglia, per un “pirlone” e per Alì Babà in serie e la dèfaillance di Monica Richetti che ha visto nel noto golfista Tiger Woods, venuto di recente alla ribalta mediatica per il suo movimentato privato, il personaggio di Tiger Man.

Spesso viene da domandarsi, dove finiscano le lacune culturali delle pupe e dove inizi invece la recitazione delle stesse. In effetti, è il quesito che è stato posto a Francesco Di Fant, esperto nel linguaggio del corpo che, dopo aver analizzato le peripezie delle ragazze nei vari “Zucca Quiz”, ha tirato le somme, spiegando quale pupa può realmente essere insignita di tal titolo e quale, al contrario, enfatizza un po’ troppo il suo evanescente retaggio da studentessa.
“E’ la più genuina di tutte, i suoi grandi occhioni dicono la verità” – dice l’ esimio professore su Elena Morali, dunque un pupa d.o.c.

Su Ludovica Leoni sentenzia: “E’ la più composta, ha le movenze più freddine rispetto alle altre””- mentre anche Monica Richetti è spesso svampita: “Nel complesso non mente”.

La Cipriani, a sentir Di Fant è una ragazza senza sovrastrutture: “E’ un’ anima candida, non adotta tattiche particolari”.

Duro è il commento su Pasqualina Sanna, definita “un’ abile menzognera”; la “finta pupa” ha reagito in malo modo alle parole del professore e come punizione è stata allontanata dal suo secchione Luca Tassinari e costretta a privarsi per una settimana di trucco e maquillage; una dura sferzata alla vanità di Pasqualina.

Gionata Cerchiara