Vademecum per ritocchi estetici

Visto l’aumento di richieste nel settore della chirurgia estetica, avanzate indistintamente da uomini e donne di tutte le età, gli specialisti del settore hanno stilato un vero e proprio vademecum, per aiutare chiunque voglia sottoporsi ad interventi volti a migliorare o trasformare il proprio aspetto.

In controtendenza con la legge che vieta il ritocco al seno prima dei 18 anni, i medici consigliano di rifarlo quando si è ancora giovani, precisamente prima dei 30 anni, superata questa età infatti, diminuirebbero le garanzie di durata nel tempo, a causa della pelle che inizia ad essere meno elastica.

Ma non esiste solo l’intervento al seno, molti infatti, spiega Emanuele Bartoletti, segretario generale della Sime (Società Italiana di Medicina Estetica), sono i ritocchi richiesti dai pazienti: dalla semplice iniezione di botulino o acido ialuronico, al lifting e all’addominoplastica.

In ogni caso, prima di rivolgersi al chirurgo per qualsiasi intervento, sarebbe bene attenersi alle regole, presentate in occasione del XXXI Congresso Nazionale della Società Italiana di Medicina Estetica (Sime), tenutosi a Roma.

1. Informarsi bene. Non accontentarsi di un articolo di giornale o televisivo ma consultare più di un professionista.
2. Diffidare dei medici che non fanno una visita diagnostica completa. Il medico deve spiegare bene tutto quello che pensa di fare, con i limiti e le complicanze possibili. Chiedere sempre al medico il “Consenso informato”.
3. Rivolgersi solo a professionisti certificati, verificando che il medico sia iscritto a società scientifiche, aggiornato e preparato culturalmente e formatosi in una Scuola quadriennale di Medicina Estetica;.
4. Riflettere su possibili metodiche d’intervento alternative e, in caso di incertezza, scegliere comunque la soluzione meno invasiva.
5. Attenti a chi promette troppo, ai maghi e ai “chirurghi viaggiatori”. Imparare a dire “no” alle promesse di bellezza ‘pronta e subito’.
6. Farsi sempre rilasciare dal medico la documentazione dei trattamenti effettuati, dei farmaci e dei presidi utilizzati.
7. Non dare il risultato per scontato. Non andare dal medico estetico come se fosse una passeggiata.
8. Non basta desiderare un risultato per ottenerlo per questo è importante spiegare bene quello che si desidera e pretendere di essere informati di quello che la medicina estetica è in grado di fare.

Giulia Di Trinca