Roma, Juan: “Scudetto? Non ci arrenderemo fino all’ultimo secondo”

Juan, perno della difesa giallorossa e del Brasile

La vittoria ottenuta in rimonta sul Cagliari ha portato a Trigoria una ventata di buon umore che tutta la Roma giallorossa spera di tramutare in urla di gioia alle 17 di domenica 16 maggio. I tifosi romanisti però durante la partita con gli isolani hanno temuto il peggio: 3 legni colpiti, numerose occasioni da gol divorate e poi il vantaggio ospite di Lazzari; solo un leader come Totti poteva prendere per mano la squadra e portarla per mano alla vittoria con due gol.

Questo finale di campionato somiglia molto a quello di due anni fa, quando la Roma, distante 2 punti dalla capolista Inter, era impegnata a Catania mentre i nerazzurri giocavano in quel di Parma. Allora fu Zlatan Ibrahimovic a regalare alla squadra di Mancini il tricolore. Nella capitale stavolta c’è un grande ottimismo, consci del fatto che essere arrivati all’ultima giornata a lottare per lo Scudetto, dopo un inizio disastroso, è già un’impresa.

Uno dei più ottimisti in merito è il difensore brasiliano Juan. Autore di una buona stagione in coppia con l’altro centrale difensivo Burdisso, il capitano della Selecao ha dichiarato: “E’ il momento di vivere con tranquillità questa settimana per raggiungere la giusta concentrazine. Lo so che non dipende solo da noi, ma io sono fiducioso che tutto andrà per il verso giusto. Abbiamo dimostrato di non volerci arrenderci fino all’ultimo secondo. La Roma farà la propria parte –aggiunge- poi vedremo se avremo un po’ di fortuna con il risultato che uscirà fuori da Siena. Vivremo le stesse emozioni di due anni fa, ma il risultato finale sarà diverso..

Antonio Pellegrino