Home Spettacolo Musica

Marco Mengoni: bloccato il nuovo singolo dalle radio

CONDIVIDI

E’ quanto è accaduto anche per i suoi colleghi Marco Carta e Noemi con i rispettivi singoli “Quello che dai” e “Vertigini”. Il nuovo singolo di Marco Mengoni “Stanco (deeper inside) è stato temporaneamente bloccato dalle radio a causa delle tensioni esistenti tra il Consorzio Fonografici SCF le emittenti radiofoniche. Il motivo della contesa sarebbe l’innalzamento dei diritti  fonografici dall’1% al 4%, in accordo con la media europea. E a rimetterci sono tutti i singoli lanciati lo scorso venerdì, senza eccezione per quelli dei giovani talenti uscenti da X factor e Amici. Saverio Lupica, presidente della SCF, ha così commentato la situazione:

“Questa situazione va avanti dal dicembre 2006 quando è scaduto il contratto. Abbiamo fatto la richiesta iniziale di alzare i diritti dall’1% al 2%, oggi le radio pagano comunque meno del 2%. Ma non è stato raggiunto nessun accordo a dicembre 2008. Poi siamo passati a un altro piano di discussione chiedendo di stabilire un equo compenso della percentuale calcolando il minimo dei diritti applicati dalla Spagna del 2,16% e quello massimo francese del 5,8%. In sostanza si arriva a una richiesta del 4%. Siamo stati disponibili, abbiamo provato una conciliazione ma alla prima udienza, dopo mesi di promesse, è saltato tutto da parte delle radio. Quando abbiamo comunicato che saremmo ricorsi, come abbiamo fatto, ai giudici ecco che le radio hanno attuato questa iniziativa di rimodellare i loro palinsesti musicali non proponendo le nuove hit. Per carità, liberissimi di farlo, possono anche programmare canzoni degli anni 30 ma non trovo corretto la richiesta della liberatoria per la richiesta sui pagamenti dei diritti fonografici, chiamati anche comunamente diritti discografici”. Insomma la soluzione sembra ben lontanta anche perché in ballo ci sono “dieci cause con cinque giudici.”

Mariasole Bergamasco