Marco Mengoni: il 19 giugno si ballerà tutti insieme!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:51

Ah ah ah ah ah ah

Deeper inside

I wanna kiss, I wanna kiss you

Ah ah ah ah ah ah

Deeper inside

I wanna kiss, I wanna kiss you

Cantate cantate ma non solo.

Già perché il Re diventa sempre più Matto!

Come mai? Avete avuto modo di vedere Flashmob? Allora è consigliabile guardare il video.

Marco Mengoni, vincitore della terza edizione di “X Factor” e terzo classificato al “60° Festival della Canzone Italiana di Sanremo”,  nonché  Man of the Year all’edizione 2010 dei TRL Awards, stupisce sempre più.

Il giovanotto ha preparato un graziosissimo ballo, lo ha messo in rete in modo che i suoi matti possano impararlo a dovere e poi…il 19 giugno tutti in piazza a sfoderare doti eccellenti nella danza.

Il tutto sotto le note del secondo singolo estratto dal suo secondo EP, “Re Matto”, “Deeper Inside”.

Il cantautore viterbese aveva dichiarato che pur amando ogni sua canzone, “Credimi Ancora”, il brano sanremese di cui Morgan né ha rivendicato il plagio, e appunto “Deeper Inside” sono quelle cui è più affezionato, specie la seconda “per il modo ed il momento in cui è nata”.

Commentare lo sgambettare di Mengoni sarebbe troppo riduttivo.

Il video è veramente esilarante, divertente e geniale…un ulteriore colpo alla mattità, già notevolmente spiccata, del bel Marco. Le capacità del cantante sono indiscutibili, può piacere o meno questo si, ma di certo non si può dire che non abbia gli strumenti giusti per diventare un artista a tutti gli effetti.

Già prima del concerto di Trento, sul “Corriere del Trentino” avevano scritto di lui: “A quanto pare ha saputo giocare al meglio le sue carte, che in sostanza sono due: voce e personalità”.

Mai più parole azzaccate.

Molti avvicinano la sua voce a quella di Freddy Mercuri e a quella di Michael Jackson. Le sue strepitose doti canore le scopriranno gli spettatori che andranno a sentirlo stasera al Palatrento”:

è così che la città trentina ha accolto Marco e i molti accorsi sicuramente non saranno rimasti insoddisfatti.

Ma non dimenticate: date un’occhiata al video Fleshmob!