Cesare Cremonini: è in arrivo il suo primo Greatest Hits

Cesare Cremonini festeggia dieci anni di carriera e ha deciso di farlo con il suo primo greatest hits: 1999-2010 The greatest hits” sarà in tutti i negozi di dischi, virtuali e non, il 25 maggio.

La raccolta racchiude tutti i suoi brani più famosi, da quando ha iniziato la carriera con i Lùnapop, fino al suo debutto come solista e ai pezzi recenti. Questi alcuni titoli che ritroveremo nel doppio cd, che però sarà venduto al prezzo di uno solo: “Qualcosa di grande”, “Vorrei”, “Un Giorno Migliore”, “50 Special”, “Vieni a vedere perché”, “Latin Lover”, “Le Tue Parole Fanno Male”, “Maggese”, “Dicono Di Me”, “Le Sei e Ventisei”, “Figlio di un Re”, “Il pagliaccio”.

L’album contiene anche due inediti, di cui il primo, “Mondo”, in rotazione radiofonica da due settimane, è ai vertici della classifica del Music-Control e di quelle di vendita digitali.

Anche questo nuovo lavoro è stato realizzato nella Bologna dove Cremonini ha da tempo costruito una propria factory, con tanto di studio di registrazione e sala prove. Il disco è stato affidato alle cure dell’inglese Steve Orchard, il fedele ingegnere del suono, e sono presenti anche il suo amico bassista Nicola Ballo Balestri e il produttore di sempre, Walter Mameli.

Intanto, ecco il testo di “Mondo”:

“Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo
Ci cammino, lo respiro la mia vita è sempre intorno
Più la guardo, più la canto più la incontro
Più lei mi spinge a camminare come un gatto vagabondo…
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo….

Uomini persi per le strade, donne vendute a basso costo
Figli cresciuti in una notte come le fragole in un bosco
Più li guardo, più li canto più li ascolto
Più mi convincono che il tarlo della vita è il nostro orgoglio
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo….
sì questo è il posto che mi piace…

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia)
prendiamo pillole per la felicità (misericordia)
Noi siamo piccoli (amiamo l’Inghilterra)
Viviamo dell’eternità…

Ho visto un posto che mi piace si chiama Mondo
Dove vivo non c’è pace ma la vita è sempre intorno
Più mi guardo, più mi sbaglio, più mi accorgo che
Dove finiscono le strade e proprio lì che nasce il giorno
Ma questo è il posto che mi piace si chiama mondo….
sì questo è il posto che mi piace…

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia)
prendiamo pillole per la felicità (misericordia)
Noi siamo piccoli (amiamo l’Inghilterra)
Viviamo dell’eternità…

JOVANOTTI: Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare
Muove la sua orbita leggero e irregolare
Distribuisce sogni e ritmo buono da danzare
Mondo cade, Mondo pane, Mondo d’abitare
Mondo che ci salva, Mondo casa da ristrutturare
Tutto è falso, tutto è vero, tutto è chiaro, tutto scuro
Questo è il posto che mi piace aldiqua aldilà del muro

Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia)
prendiamo pillole per la felicità (misericordia)
Noi siamo piccoli (amiamo l’Inghilterra)
Viviamo dell’eternità…
Viviamo in piccole città (nascosti dalla nebbia)
prendiamo pillole per la felicità (misericordia)
Noi siamo piccoli (amiamo l’Inghilterra)
Viviamo dell’eternità…
Viviamo nell’eternità…
Viviamo nell’eternità…

Ho visto un posto che mi piace
Ho visto un posto che mi piace
Ho visto un posto che mi piace
si chiama Mondo
si chiama Mondo
si chiama Mondo

Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare
Gira e gira e non si ferma mai ad aspettare
Sorge e poi tramonta come un delfino dal mare”.

Antonella Gullotti