Cina – Scoperti 114 guerrieri di terracotta a Xi’an

 

L’esercito di terracotta di Xi’an si arricchisce con un nuovo “contingente” di 114 statue.

Il complesso funerario costruito in onore nel primo imperatore cinese Qin Shi Huang, trovato casualmente nel 1974, è tuttora oggetto di un’intensa attività di scavi che coinvolgono un’area di 200 metri quadrati.

Nei pressi di Xi’an, nella provincia dello Shaanxi, gli archeologi hanno individuato un patrimonio straordinario non solo per la quantità e l’antichità dei reperti, ma per un’insolita caratteristica.

Le statue, alte circa 2 metri, conservano in parte i colori originari: capelli neri, occhi scuri, volti dipinti di bianco, verde e rosa.

Il capo della squadra di ricercatori al lavoro, Xu Weihong, ha dichiarato che le prime foto dei nuovi ritrovamenti saranno diffuse a fine mese.

Intanto gli archeologi sono impegnati in complessi interventi di restauro. Nei casi più difficili sono necessari dieci giorni per completare il restauro di una sola statua.

I 114 guerrieri (soprattutto uomini della fanteria) sono i “pezzi forti” trovati durante gli ultimi scavi, tuttavia a essi si aggiungono altri reperti come armi, carri e oggetti in legno.

Gli archeologi hanno trovato tracce di un incendio che aveva colpito il sito. Non è ancora chiaro, però, se sia stato o meno conseguenza di un’incursione compiuta dal generale Xiang Yu dopo la morte del primo imperatore.

Qin Shi Huang (259-210 a.C.) è una figura importante e controversa per la storia della Cina. Fondatore dell’impero, fu noto anche per il suo carattere crudele e spietato. Un duplice volto mostrato per esempio da Hero, film del regista cinese Zhang Yimou.

La sua fama continua fino a oggi grazie alle scoperte nel complesso funerario che comprende un mausoleo e circa 5.000 fosse, come quella recentemente ritrovata, contenenti il corredo per l’aldilà dell’imperatore e numerose tombe secondarie.

Tra le iniziative collegate all’Expo di Shanghai una è stata organizzata dall’amministrazione di Xi’an. Per promuovere la conoscenza di questi tesori è stata ideata un’insolita performance: nelle strade della città hanno sfilato alcuni uomini vestiti come gli antichi guerrieri imperiali.

 

L. Denaro