In progetto all’Eur il primo grattacielo di Roma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:24

 

Ad accogliere tutti coloro che, fra meno di due anni, entreranno nella città di Roma passando per il quartiere dell’Eur sarà un enorme colosso di ben 120 metri di altezza: si tratta del grattacielo “Eurosky Tower” che, come fa pensare e suggerisce il nome stesso, modificherà del tutto lo skyline della Capitale; il progetto è stato presentato ufficialmente nel corso della giornata di ieri e proprio all’interno del cantiere nel quale sono cominciate le operazioni di fondazione.

Il grattacielo sarà realizzato da Parsitalia Real Estate, famiglia Parnasi, ed è firmato dall’architetto Franco Purini, dello studio Purini-Thermes; secondo le stime dell’amministratore delegato Luca Parnasi l’investimento necessario per la costruzione supera decisamente e abbondantemente i cento milioni. Il progetto di questo primo grattacielo di Roma va a cadere precisamente nella centralità di Castellaccio dove Parsitalia ha, tra le altre cose, già completato la nuova sede del Ministero della Salute oltre che il mega centro commerciale Euroma 2.

Entro breve tempo inoltre di fianco alla torre di Purini nascerà una seconda torre con destinazione direzionale, progettata dallo Studio Transit, e completamente prenotata dalla Provincia di Roma; infine, un terzo ed anche un quarto edificio, di nuovo uffici, verranno costruiti ai piedi delle due torri: uno sarà riservato alla sede della società romana del trasporto locale, l’altro al quartier generale della compagnia assicuratrice francese Groupama.

Il grattacielo trae ispirazione dalle torri medievali e si pone l’obiettivo di diventare “il simbolo architettonico verticale di Roma“; di particolare complessità è poi l’impianto energetico della torre abitativa in quanto prevede una centrale di trigenerazione, che verrà realizzata da Ecogena e fornirà energia anche ad altri edifici; gli impianti fotovoltaici inoltre permetteranno di ridurre il consumo delle parti condominiali. Ad essere decisamente innovativo è anche l’impianto di gestione dei rifiuti che prevede un sistema ramificato che raccoglie immondizia direttamente dagli appartamenti stessi, la convoglia tutta insieme ed infine la impacchetta; il progetto del grattacielo si tramuterà in realtà entro 18-20 mesi, almeno secondo quanto assicurato da Parsitalia.

Rossella Lalli