La Pupa e il secchione: Elena Morali si scaglia contro Pasqualina Sanna

Si è surriscaldata oltre ogni previsione l’ atmosfera, ora pesante e tesa che si respira nella villa di Tivoli, tenuta sotto controllo dalle telecamere vigili del comedy show “La Pupa e il Secchione 2“.

Qualcosa è cambiato, gli equilibri hanno evidentemente subìto uno scossone da quando, in seguito al duro provvedimento che ha visto protagonista l’ audace pupa napoletana Pasqualina Sanna, il matematico Luca Tassinari è stato accoppiato a Miss Ciclismo 2008, Elena Morali e Fulvio De Giovanni compare ora al fianco della ragazza partenopea.

Una scelta da parte della redazione, che non è stata digerita dalla vulcanica Pasqualina, sempre più autrice di comportamenti invadenti e dissacranti nei confronti delle altre concorrenti.

“Io non solo mi devo fare una settimana in nomination, una settimana senza shampoo, senza trucco” – ha chiosato la Sanna, che chiede a gran voce una camera più grande con un letto più spazioso, lei, che aveva scelto la stanza singola ed un letto poco accogliente da condividere con il malcapitato Luca Tassinari.

Gli attriti, Pasqualina li ha avuti anche con Ludovica Leoni, che mal sopporta i suoi capricci e non approva il suo carattere:
“Ma vedi di andartene. Ancora stai qui? Sono le sei di mattina dobbiamo andare a dormire e io devo sentire la tua voce?” – ha detto Ludovica, stanca dell’ indole attaccabrighe della napoletana.

E’ ora il turno di Elena che non vuole cedere la camera a Pasqualina per nessuna ragione al mondo: “A me non me ne frega niente. Se avessi a che fare con persone come Ludovica ci parlerei. Siccome ho a che fare con i due c……i per me l’argomento è chiuso”.

Poi, sempre temprata dall’ ira, ha cercato l’ appoggio del suo nuovo secchione Tassinari, che a malincuore entra nelle accese diatribe tra le pupe: “Se devo stare così prendo le valigie e me ne vado fuori dai c……i, perché io di rovinarmi il fegato non ne ho voglia. Io non gioco a niente” e rivolgendosi a Tassinari, ha aggiunto:

“E tu mi devi ascoltare, devi smetterla perché c’è lei. Non giochiamo a niente”. Rifiutata d’ istinto anche la richiesta di “giocarsi” il possesso della stanza con una partita a scacchi, per tutta risposta la Morali si è barricata in stanza, spostando la cassettiera contro la porta, in modo che nessuno potesse entrare.

Elena, dopo aver riacquistato a fatica il lume della ragione ha minacciato: “Altre soluzioni io non le vedo, gli spacco la faccia o sto male. Io non mi abbasso più a parlare con quella persona, che mi venga vicino, che io…”.

Gionata Cerchiara