La notte dei musei 2010: emozioni uniche

Appuntamento la scorsa notte- con la “Notte dei Musei” o la “Nuit des Musée” o la “Night at the Museum” o la “Noche de los Museos” a seconda di quale luogo in Europa vi troviate.

Infatti, tra le 20 e le 2 del mattino  sono stati  aperti rendendo il tutto un’occasione irripetibile e da non perdere.

Il fascino notturno dell’arteè stato  riservato al pubblico in esclusiva gratuita ai grandi musei, aree archeologiche, palazzi, ville e perfino dimore storiche del Vecchio Continente.

Aperti ieri sera  in Italia sono stati il castello di Piccolomini di Celano, il Museo Nazionale di Matera, la Pinacoteca Nazionale di Ferrara, il Castello Miramare di Trieste, il Palazzo Farnese a Caprarola, il Palazzo Reale a Genova, il Museo Archeologico di Sirmione, la Galleria Sabauda a Torino, il Castello Svevo a Bari, il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari, la Galleria degli Uffizi a Firenze, il Teatro Romano a Spoleto, il Museo Nazionale di Villa Pisani a Stra (www.benicuturali.it).

A Milano il comune ha aderito  all’iniziativa offrendo perfino visite guidate gratuite al Castello Sforzesco fino alle 22.30.

A Roma invece sono stati aperti il Palazzaccio, l’Ara Pacis, i musei capitolini, i Mercati di Traiano, la galleria Alberto Sordi, le Case del jazz, la galleria di arte moderna e per finire quella dell’architettura.

Cento settanta gli eventi in programma per la capitale, in circa 80 spazi culturali; musei statali, civici e perfino privati, per passare poi ad accademie, istituti e case di cultura, chiese e palazzi storici però non mancheranno per questa gita notturna per le vie di Roma.

Ma non finisce qui.

Infatti, tra le bellezze d’arte viste durante le ore piccole del nuovo giorno, ci sono state  manifestazioni, mostre, conferenze e concerti a riscaldare gli animi dei visitatori della notte.

Valentina Princic