Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Oscurata Rainews24: i giornalisti insorgono

Oscurata Rainews24: i giornalisti insorgono

Corradino Mineo, direttore della testata è sul piede di guerra. La nota diffusa dall’emittente Rainews24 è infatti piuttosto dura. Il canale 42 della piattaforma tecnologica basata sul digitale terrestre che fino ad oggi ha “ospitato” la tv che trasmette “all news” 24 ore su 24 ha perso, all’apparenza senza motivo, il suo inquinlino.

“Rainews informa che da questa mattina gli utenti non ci trovano più al Canale 42 della piattaforma digitale terrestre: ci scusiamo con gli utenti, faremo di tutto per comprendere le ragioni di questo oscuramento e di porvi rimedio” e ancora: “la Direzione Generale ha deciso di spostare il logo in alto a destra dello schermo. Il logo, purtroppo, risulta poco leggibile, mentre la nuova grafica impedisce, per il momento, di mandare in onda i flash, strumento indispensabile per una all news”.A cambiare anche il nome stesso dell’emittente, che perde il “24”. Da oggi in poi si chiamerà infatti solo Rainews ( chissà per quale motivo viene da chiedersi).

I vertici Rai si sono difesi adducendo “un’inevitabile confusione tecnologica“, dovuta molto probabilmente al trasferimento dal modo di trasmettere analogico a quello digitale terrestre di Rai 2, cosa che è appunto avvenuta oggi. Ma i sindacati interni hanno già fatto sapere di essere pronti a  denunciare l’azienda per “interruzione di servizio pubblico”.

In effetti nella questione va tenuto presente che il rapporto di una tv che trasmette notizie alla stregua della Cnn basa il suo successo o il suo fallimento sul costante contatto con gli spettatori. Inoltre l’emittente in questione è molto “gettonata” anche nei locali pubblici. Capita abbastanza spesso infatti di entrare in bar o affini nei quali LCD o il plasma di turno trasmette Rainews24 (ora Rainews e basta).

Dura anche la reazione della Federazione Nazionale della Stampa che parla di vere e proprie “misure punitive” della Rai nei confronti della testata di all news. Recentemente era stato soppresso anche il “Caffè”, trasmissione di non più di mezz’ora e che godeva di ottimi ascolti. La stessa FNSI chiede una sorta di “cessate il fuoco” verso la testata in questione. Ancora da definire i tempi di ripristino delle trasmissioni, la questione rischia comunque di creare un grave danno a tutta la redazione, che il sindacato è pronto a sostenere in ogni eventuale iniziativa intrapresa.

Angelo Sanna