Calciomercato Milan, la corsa alla panchina: Allegri davanti, Galli e Costacurta ancora in gioco

C’è ancora mistero intorno alla decisione su chi sarà il prossimo allenatore del Milan. Il tormentone sulla panchina rossonera sta tenendo con il fiato sospeso tutti i tifosi milanisti, in attesa di sapere a chi il presidente Berlusconi e Galliani decideranno di affidare il nuovo progetto dopo l’addio a Leonardo.

Al momento, la corsa è tra la coppia Filippo Galli-Mauro Tassotti, Alessandro CostacurtaMassimiliano Allegri, che non risponde all’idenkit di milanista doc ma piace moltissimo a Galliani. “Ho sempre detto che ha ‘le physique du rolé’, questo due anni fa, e continuo a pensarlo. Vediamo“, queste le parole dell’a.d. milanista, che lasciano intendere la grande stima che la società ha nei confronti dell’ex tecnico del Cagliari, osservato speciale anche della Fiorentina, che potrebbe pensare a lui nel caso (molto probabile) che Prandelli diventi il nuovo c.t. della Nazionale italiana.

Altre candidature, più deboli, sono quelle di Roberto Donadoni e Marco Van Basten. Entrambi rossoneri doc, godono dell’apprezzamento di Berlusconi. Ma se la prima ipotesi è stata smentita dallo stesso Galliani, per quanto riguarda il secondo nome ci ha pensato direttamente Van Basten a tirarsi fuori dai giochi.

Al momento quindi, restano Allegri, la coppia Galli-Tassotti e la novità Alessandro Costacurta. “Billy” manca dal club rossonero dal suo ultimo anno da giocatore. Nel frattempo, ha avuto un’esperienza da tecnico al Mantova che sfortunatamente non si è conclusa nel migliore dei modi. Anche lui però è una possibilità.

Il borsino, al momento, vede in testa alle preferenze Allegri. Il mister toscano, dopo un colloquio con la società rossonera, sembra abbia impressionato favorevolmente la dirigenza, che ci sta pensando sù. Nessuna decisione definitiva però, perché sia Galli-Tassotti che lo stesso Costacurta hanno ancora possibilità di essere i prescelti.

Molti dipenderà da Berlusconi, se opterà ancora per la strada del Milan ai milanisti oppure sceglierà l’altra via, quella del tecnico non cresciuto all’ombra del club rossonero. La decisione, in un senso o nell’altro, comunque avverrà in tempi brevi, come assicurato dallo stesso Galliani: “Prenderemo una decisione con il presidente. Questo potrebbe anche essere il fine settimana decisivo“.

Francesco Mancuso