Rep. Ceca, campagna elettorale hard: candidata si spoglia per guadagnare voti

Olivie Brabcova

Un sistema infallibile per accaparrare i voti degli indecisi, in vista delle elezioni per il rinnovo della Camera dei Deputati che si terranno domenica 30 maggio in Repubblica Ceca.

Questo deve essere stato il pensiero che ha mosso una candidata, Olivie Brabcova, che ha dichiarato di voler raggiungere almeno l’1% con il suo Partito dei Pirati, la Ceska piratska strana, che proclama la legalizzazione del libero scambio di file sul web. Vantando voti solo tra i giovanissimi, la donna ha pensato che una maggiore visibilità avrebbe senza dubbio giovato all’immagine del suo partito, portando un elettorato più vasto, magari anche chi non ha idea di cosa sia il file sharing.

L’ingegnosa aspirante deputata, una mora dal fisico mozzafiato, studentessa di sociologia e artista, ha deciso di spogliarsi e di farsi immortalare senza veli in circa dieci fotografie. L’obiettivo di ottenere visibilità è indubbiamente stato raggiunto, dato che le sue immagini sono apparse oggi sulle pagine di tutti i più noti giornali cechi.

Il gesto fuori dal comune ha convinto pienamente anche esperti di comunicazione locali, il cui parere unanime è che il partito non subirà danneggiamenti da tale azione, anzi essa potrebbe rappresentare una marcia in più per conseguire un buon risultato e arrivare anche oltre il tanto desiderato 1%.

La Brabcova aveva già fatto parlare di sé in passato per aver dichiarato pubblicamente di aver provato vari tipi di sostanze stupefacenti. Tuttavia con questa mossa ‘riparatrice’, c’è l’impressione che abbia sortito maggiori effetti positivi.

Immediata è arrivata la risposta di un partito di destra, con un’altra proposta bizzarra. Birra gratis a patto che gli studenti universitari vadano a votare. Autore della singolare idea è Stanislav Bernard, proprietario dell’omonimo birrificio, il quale si impegnerà a donare a ciascuno una cassa di 12 bottiglie di birra. Ma c’è il trucco. Bernard, avendo già provato in passato la carriera politica, è a conoscenza che secondo le statistiche i giovani cechi simpatizzano per orientamenti di destra, anche se poi pochissimi si recano alle urne per esprimere il proprio voto. Vedremo se si tratterà di una strategia adeguata per combattere l’astensionismo giovanile.

Una battaglia di voti senza dubbio singolare. Solo le ormai prossime tornate elettorali di fine mese sapranno dirci se la spunteranno i guardoni o.. i futuri ubriachi.

Emanuele Ballacci