La pupa e il secchione: Paola Barale e i suoi desideri

Paola Barale, la conduttrice di “La pupa e il secchione”, sembra non essere molto soddisfatta del suo attuale impegno televisivo, lei che ama i toni pacati e l’eleganza mal si concilia con le liti tra pupe, le critiche della giuria, l’ignoranza così volutamente marcata delle ragazze e tutto il contorno che appartiene al reality di Italia Uno.

A differenza del suo collega Enrico Papi non si diverte molto, infatti, il tutto traspare anche da un’intervista a “Tu Style” dove confida: “Il cinema mi entusiasma più della tivù. Mi piacerebbe lavorare con Matteo Garrone”.

Ed in effetti  dopo essere diventata famosa proprio grazie a tutte le sue partecipazioni televisive, da valletta a conduttrice, Paola la si vede poco in televisione, a parte qualche rara ospitata e il ruolo di inviata nella scorsa edizione de “La Talpa”, lei preferisce coltivare altri interessi.

Per qualche anno si era allontanata totalmente dal mondo dello spettacolo, per dedicarsi ai lunghi viaggi vissuti con il suo compagno Raz Degan, il bellissimo ex modello che le è accanto dal 2002, ma con il quale circa due anni fa ha dovuto superare una vera crisi perché fu paparazzato mentre baciava l’attrice Kasia Smutniak:Adesso ancora mi fa male parlarne. Comunque in quel periodo io e Raz ci eravamo presi una pausa di riflessione. Poteva succedere anche a me. Invece è accaduto a lui e i paparazzi l’hanno beccato. Quell’episodio è servito a svegliarmi, a capire che Babbo Natale non esiste. Ci vogliono sempre dei traumi per cambiare”.

La Barale, nonostante l’ormai solida relazione con Degan e un’eta non più giovanissima, non ha mai dichiarato di voler avere dei figli: “Penso che se sono arrivata a questa età (43 anni) senza averne è perché non ne ho mai avuto il desiderio. Non penso che una donna si realizzi solo attraverso la maternità”.