Incidente aereo in India: 160 morti e 8 superstiti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02

Terribile incidente  aereo nell’India meridionale. Un Boeing 737-800 dell’Air India, proveniente da Dubai  e con 166 persone a bordo (160 passeggeri e sei membri dell’equipaggio), è uscito fuori pista ed ha preso fuoco dopo l’atterraggio nell’aeroporto di Mangalore. “È una terribile catastrofe”, ha detto il ministro dei Trasporti, VS Acharya, alla tv.

Il velivolo uscendo fuori traiettoria in fase di frenata, ha attraversato le barriere ed è caduto in un avvallamento spaccandosi in due. Tra i 160 passeggeri, di cui 19 bambini e 4 neonati, solo otto sono sopravvissuti e sono stati trasportati con urgenza nell’ospedale del posto. Tra di essi un uomo che è riuscito miracolosamente a saltare fuori dal velivolo un istante prima che precipitasse nel fossato.

Le testimonianze dei sopravvissuti sono agghiaccianti. “L’aereo si è spaccato in due: io sono saltato fuori e ho visto altri due fare altrettanto”, ha raccontato un uomo miracolosamente sopravvissuto al disastro, alla tv locale TV9, dal letto di ospedale. “Abbiamo sentito un rumore come di pneumatici bruciati: ho provato a uscire dalla parte anteriore ma c’era un grande incendio. Così sono tornato indietro e sono saltato da lì”.

Le principali ipotesi sulle cause della sciagura sono due. La prima sarebbe di tipo meteorologico. Al momento dell’incidente –le 6 del mattino ora locale- la visibilità dell’aeroporto sarebbe stata molto bassa. In questi giorni, infatti, il sud del Paese è interessato dall’arrivo del monsone estivo, e proprio al momento dell’atterraggio ci sarebbe stato maltempo e molta foschia.

La seconda ipotesi riguarderebbe un errore del pilota. Potrebbe essere accaduto che il punto di contatto del velivolo con la terra sia stato troppo avanzato e che il pilota non abbia avuto abbastanza spazio per la frenata. La scatola nera dell’aereo è stata recuperata e il direttore generale dell’aviazione civile ha ordinato una commissione d’inchiesta.

Molte delle vittime sono emigrati dello stato del Kerala. Almeno nove passeggeri che avevano prenotato un posto sul Boeing 737-800 di Air India Express, il braccio low cost di Air India, hanno rinunciato al volo all’ultimo momento. L’incidente risulta essere il più grave in India dopo la collisione nel 1996 tra un cargo e un velivolo delle linee aeree saudite, che causò 349 vittime.

Rosa Ricchiuti

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!