Calciomercato Fiorentina: Giampaolo, Gasperini e Dunga in lizza per il dopo-Prandelli

L'attuale Ct del Brasile Carlos Dunga

Mentre oltre Oceano Prandelli sta guidando le sua ultime partite alla Fiorentina per la tourneè americana (pareggio per 1 a 1 ieri contro l’Impact a Montreal), in Italia i Della Valle e Corvino stanno cercando un sostituto per il tecnico bresciano, che dall’8 giugno dovrebbe essere annunciato come prossimo Ct della Nazionale azzurra.

Giancarlo Abete infatti ha deciso di puntare sul tecnico viola per il dopo-Lippi, ed ha comunicato le sue intenzioni sia a Prandelli che alla società toscana, che a fine tourneè dovrebbero incontrarsi per salutarsi e per ringraziarsi a vicenda, visto che la loro sinergia ha permesso alla Fiorentina di diventare una grande del calcio italiano ed europeo in questi ultimi 5 anni.

L’addio oramai prossimo di Prandelli ha quindi messo in moto la società toscana, che è alla ricerca di un suo sostituto. Il candidato ideale dovrebbe avere come principale qualità quella di essere abbastanza capace ed anche preparato a continuare il progetto-Viola, che è stato intrepreso alcuni anni fa dai Della Valle insieme al Ds Pantaleo Corvino.

Un tecnico che si sarebbe sposato appieno con questo identikit era Massimiliano Allegri, l’ex-allenatore del Cagliari che alcuni mesi fa era stato esonerato da Cellino. Su di lui però si è mosso in anticipo il Milan, che molto probabilmente a giorni lo presenterà come successore di Leonardo. Tramontata la pista Allegri, nella squadra viola stanno iniziando a prendere quota le azioni di Gianpaolo, su cui però c’è una forte incognita: dopo i grandi risultati ottenuti con Siena e Cagliari, l’ex-tecnico dell’Ascoli sarà in grado di gestire l’esigente piazza fiorentina?

Ci sarebbe pure Gasperini in lizza per sostituire Prandelli, ma la sua candidatura sembrerebbe più una sorta di piano b, visto che i Della Valle non sembrerebbero molto convinti delle sue capacità. I tifosi viola però sognano in grande, e sperano di poter riabbracciare un loro vecchio campione, che da allenatore si è già tolto molte soddisfazioni. Stiamo parlando di Carlos Dunga, il Ct della Seleçao che a giugno dovrà affrontare i Mondiali in programma in Sud Africa

Dunga piace molto anche ai Della Valle, che sarebbero già pronti ad accoglierlo a braccia aperte in Toscana, ma su di lui grava un grosso problema: il Mondiale infatti termina l’11 luglio, ed in molti sono convinti che il Brasile giocherà la Finale che verrà disputata proprio quel giorno. Puntare su Dunga significherebbe posticipare l’inizio della stagione viola, con notevoli conseguenze negative in arrivo. Per questo motivo il Ct brasiliano è un altro tipo di piano b, che però potrebbe avere la precedenza assoluta se la Seleçao di Dunga dovesse toppare e fermarsi ai quarti di finale della grande kermesse calcistica africana.

Simone Lo Iacono