Quattro regole per aver successo con la dieta

Dietro ogni dieta esiste  una chiara difficoltà a perdere peso e si possono nascondere innumerevoli problemi: si pensa alla  dieta per più di 3 ore al giorno e si pianifica i pasti con vari giorni di anticipo ; la qualità della  vita è diminuita parallelamente al miglioramento della qualità della tua alimentazione;  si mangia spesso senza autocontrollo, senza provare realmente fame; si diventa  più rigidi con se stessi, bandendo diversi cibi “cattivi”, capita di giudicare gli altri in base a ciò che mangiano, fare la dieta  rende difficile mangiare fuori, allontanandoti dalla famiglia e dagli amici; quando si “sgarra” ci si innervosisce al punto da litigare con gli altri senza motivo; non si riesce ad assaggiare un cibo senza pensare alle calorie che stai ingerendo; si mangia quasi sempre le stesse cose, senza variare molto la dieta; spesso si saltano i i pasti per compensare pranzi o cene abbondanti.

Ognuna di queste condizioni cela un problema specifico.

Tutte, però, hanno un denominatore comune: un rapporto errato con il cibo, legato a meccanismi mentali e psicologici scorretti.

La dieta, infatti, non è solo questione di alimentazione, ma è anche e soprattutto una questione di testa.
Una mentalità vincente è il segreto del successo di qualsiasi dieta, indipendentemente da quanti siano i chili da perdere.

La severità, le autoimposizioni, non fanno altro che creare dei blocchi non solo a livello emotivo, ma anche sul piano corporeo, frenando i processi snellenti.
Se sembra che la dieta sia bloccata, ci si deve imporre di  dire quattro NO fondamentali:

  1. NO ALLA RIGIDITA’ VERSO UN OBIETTIVO. Se  capita di sgarrare una volta, non pensare che tutto sia perduto, ma impegnarsi serenamente a non ripetere l’errore, e rimediare facendo un po’ di moto o rinunciando a qualcosa nel pasto successivo
  2. NO ALLE CRITICHE. Se si pensa di aver fatto qualcosa di sbagliato, non sentirsi subito una fallita: le critiche eccessive servono solo a riempirti di amarezza e magari a cercare rifugio nel cibo.
  3. NO AI SENSI DI COLPA. Se vi attira qualcosa che non è previsto dalla dieta, imparare a cedere all’imprevisto gustando appieno la soddisfazione di questa esperienza. Vi sentirete più leggere e recuperare l’eccesso vi sembrerà meno faticoso.
  4. NO AI RISULTATI IMPROBABILI, TIPO 7 CHILI IN 7 GIORNI. Il vero dimagrimento è quello che si ottiene gradualmente, rispettando i propri ritmi e senza avere fretta. Solo così si evitano delusioni e frustrazioni, e si arriva al traguardo senza perdere la forza di volontà.
  5. Wanda Cherubini