Grande Fratello 10, Veronica Ciardi: un caso di omonimia scatena il caos

E’ Veronica Ciardi, questa volta, la protagonista di uno scambio di persona, come un po’ di tempo fa era accaduto alla sua amica Sarah Nile, dopo la simpatica pazzia di regalare ai suoi numerosi fan un numero di cellulare dove poterla rintracciare, purtroppo dimenticando di aggiungere l’ultima cifra, con il risultato di aver disturbato, fino ad ottenere delle denunce, un po’ di persone.

La bella romana del “Grande Fratello 10” non ha però colpe per il caos creato in questo periodo ad una famiglia che ha in comune con Veronica Ciardi il cognome e la città di residenza, e la persona a cui è intestato il numero di telefono fisso ha anche lo stesso nome del papà di Veronica. Coincidenze che hanno portato la signora che abita in quella casa e risponde al telefono a chiedere aiuto agli amministratori della pagina ufficiale dell’ex gieffina su Facebook, cercando di postare messaggi idonei a far comprendere ai tantissimi ciardini che questo è solo un caso di omonimia.

Alla famiglia Ciardi, ma non quella divenuta popolare in seguito al “GF”, oltre alle telefonate e al citofono che suona di continuo, vengono inviati regali e fiori dagli ammiratori di Veronica, e non è difficile immaginare le difficoltà che ne derivano.

Ma se questo è quello che accade in un caso di omonimia, chissà cosa accadrà nella casa dove abita realmente Veronica, o quella dei suoi genitori, nei luoghi frequentati dall’ex cubista e ovunque ci sia una traccia di lei, visto l’affetto dei suoi angeli custodi. Però questo è parte del prezzo da pagare per la notorietà tanto desiderata.