Il pesce per le donne in gravidanza? Un toccasana

Un consiglio per le donne incinte? Mangiate pesce. Tutti sappiamo che questo è un alimento estremamente importante per la dieta di ogni essere umano. Lo è ancor di più per le donne in gravidanza.

La London Metropolitan University, infatti, diretta dal professor Jack Winkler, in una sua ricerca afferma che le donne in stato interessante dovrebbero consumare pesce almeno due volte a settimana.

Nello studio, presentato durante una conferenza della Royal Society of Medicine, si sostiene infatti che il consumo di questo alimento nelle donne incinte difende il feto da problemi neurologici e ne sviluppa le funzionalità del cervello.

Molte donne, spesso, evitano il consumo di prodotti ittici per timore delle sostanze inquinanti che potrebbero essere presenti. Tuttavia, il calcolo dei benefici supera di gran lunga quello dei rischi, perciò sarebbe importante, per il corretto e sano sviluppo del feto, che le donne consumassero almeno due porzioni a settimana di pesce.

Questi prodotti contengono infatti Omega-3, in grado di aiutare lo sviluppo cerebrale dei figli e di proteggerli dalle malattie neurologiche.

Il professor Winkler ha spiegato che “ci sono evidenze scientifiche che nelle donne che mangiano più pesce di quanto consigliato, non ci sono problemi di salute e le performance cerebrali dei figli aumentano”. Invece, sempre secondo Winkler, la carenza di Omega-3 rende il feto maggiormente soggetto a problemi come il deficit di attenzione e iperattività.

Visti i risultati scaturiti da questo studio, quindi, il consiglio è quello di consumare pesce in buona quantità, considerato anche il fatto che è un alimento estremamente ricco di nutrienti e bilanciato nella sua composizione. Naturalmente, bisogna prestare estrema attenzione alla modalità di cottura, poiché il fritto è naturalmente sconsigliato, visto l’apporto di grassi derivato dall’olio di cottura e la pesantezza dei piatti preparati con questo sistema.

Insomma, accantoniamo i timori di poter ingerire sostanze inquinanti e diamo la possibilità al feto di crescere sano partendo proprio dall’alimentazione corretta.

Andrea Coltro