Calciomercato Palermo: preso Pinilla dal Grosseto, la Premier “tenta” Miccoli

<<Per Mauricio Pinilla è stato trovato un accordo: lo seguivamo da parecchio tempo e siamo riusciti a portarlo a casa a titolo definitivo.>> Con questa dichiarazione ai microfoni di Sky Sport, il presidente rosanero, Maurizio Zamparini, annuncia la prima novità in attacco del nuovo Palermo. L’attaccante cileno era da tempo seguito anche da Fiorentina e Udinese, ma il ds Sabatini è riuscito ad anticipare tutti. Pinilla è stato il trascinatore di un ottimo Grosseto e in questa stagione, nella serie cadetta, ha messo a segno 24 reti per i biancorossi. L’annuncio ufficiale arriverà nelle prossime ore.

Mauricio Ricardo Pinilla Ferrera da Santiago, 26 anni, fu  portato in Italia dall’Inter, prelevato dall’Universidad de Chile nel 2003 e fa il suo ritorno in Serie A  dopo aver girovagato a lungo tra Chievo, Celta, Sporting Lisbona e  Hearts per fare qualche esempio. Il giocatore è anche in possesso del passaporto italiano grazie ai suoi nonni liguri. Ma l’ormai ex-Grosseto, non sarà l’unico arrivo nel reparto offensivo siciliano. Rimane sempre aperta la pista Maccarone e il patron Zamparini ha fatto sapere che ci sono altri 2-3 nomi in ballo. Molto dipenderà anche dalla partenza di Cavani. L’uruguaiano è in vendita, ma ci vogliono 24 milioni di euro per assicurarsi le sue prestazioni. Improbabile invece, lo sbarco di Miccoli in Premier League nonostante le lusinghe di diverse squadre britanniche come il Birmingham.

Porte chiuse per l’ipotetico ritorno di Amauri nel capoluogo isolano. Ingaggio eccessivo e scarse motivazioni sono le giustificazioni addotte dalla dirigenza del Palermo. Si lavora anche per tenere Cassani e Kjaer che però, hanno molte probabilità di essere ceduti. Anche loro comunque non costano poco. Si parla di una decina di milioni per il primo e una ventina per il secondo. Zamparini è stato chiaro: i giocatori importanti hanno il loro prezzo. <<Se qualcuno vuole i nostri giocatori deve venire a chiederceli. Comunque vada tenteremo di fare lo stesso buon campionato di quest anno.>>

Giuseppe Greco