Batman 3 anticipazioni: sarà l’ultimo capitolo e non ci sarà Joker

Christopher Nolan è da considerarsi il regista dei supereroi. Empire Magazine ha pubblicato un’intervista in cui si discute dei prossimi due progetti del regista britannico, vale a dire Batman 3 e Superman; nel primo Nolan si occuperà personalmente della direzione, mentre nel secondo il suo sarà più che altro un lavoro di supervisione. Nell’intervista Nolan spiega di non aver ancora firmato per il progetto ma la Warner Bros ha invece già presentato una data d’uscita per il film (20 luglio 2012). “No, non ho ancora firmato – spiega – . So che si arriva a un punto nel quale si finisce per sembrare troppo riservati a riguardo, ma la dura verità è che io lavoro a un film alla volta (al momento si sta occupando di Inception, ndr), sono capace di fare solo questo, quindi la mia testa continuerà ad essere saldamente ferma su questo film per qualche mese ancora”.

Il fratello è invece già a lavoro con la sceneggiatura di Batman 3, capitolo finale della saga. “Mio fratello Jonathan sta lavorando alla sceneggiatura. Abbiamo creato una storia di cui siamo eccitati. In particolar modo, ci piace dove stiamo portando i personaggi, e il finale di tutto quanto. Ci sono cose che mi eccitano molto per quanto riguarda i personaggi, comunque alla fine ritorna tutto sull’importanza di realizzare un buono script dal quale esca un buon film. E’ la cosa su cui mi concentrerò al massimo prossimamente. Questo film sarà la fine di una storia, piuttosto che qualcosa utile solo a produrre sequel espandendo la storia”.

Arrivando a parlare di chi sarà l’antagonista di Bruce Wayne in questa pellicola, Nolan esclude Mr.Freeze ed anche Joker, sul quale dice: “No, il personaggio non tornerà. Non mi sento a mio agio a parlarne ancora”. Non ci sarà quindi nessun altro attore che prenderà il posto di Heath Ledger, scoparso nel 2008. Per quanto riguarda le voci che parlano di un progetto della Marvel di riunire in un unico film tutti i supereroi (I Vendicatori) Nolan spiega: “La Marvel sta facendo quel che sta facendo e la gente risponde a questo molto bene, o non andrebbero avanti su questo percorso. Non è qualcosa che ho escluso a priori, ma i personaggi della Marvel sono molto diversi da quelli della DC. Bisogna tornare a quest’elemento di Che cosa vedo quando chiudo gli occhi e penso a Batman/Superman?. E per quanto mi riguarda, gran parte di questo è dato dal loro essere individui. Per me tutto questo ha origine nel fatto che emergano in solitudine. Sono personaggi straordinari in un mondo ordinario”.

Andrea Camillo