Penati: un grande movimento oltre gli schieramenti

Filippo Penati (Pd), vice presidente del consiglio regionale della Lombardia, ha in mente un grande movimento civico di centrosinistra che possa insinuarsi tra gli schieramenti proponendo una valida alternativa agli elettori. Dopo anni di governo deludenti, afferma, è giunto il momento di puntare su un movimento nuovo in vista delle prossime elezioni comunali.

“La cosa importante – ha sottolineato Penati a margine della riunione a Malpensa in vista del consiglio regionale straordinario – è che nasca un grande movimento civico, che si faccia un’operazione a Milano che vada oltre gli schieramenti dei partiti e che intercetti quella voglia di cambiamento, quella delusione che la Moratti ha prodotto in questi quattro anni”. Penati ha quindi parlato nello specifico di un “grande progetto” che l’opposizione deve portare avanti con l’obiettivo di “offrire ai milanesi un’alternativa“.

“Ognuno di noi – ha poi aggiunto l’esponente del Partito Democratico- misura quanto Milano sia ferma rispetto alle grandi metropoli europee e di quanto si stia sprecando un appuntamento importante come Expo”. Proprio in riferimento al prossimo Expo milanese, Penati non ha risparmiato una critica all’amministrazione di Letizia Moratti: “La Moratti ha sostanzialmente fatto due cose, ha cercato di tirare a lucido il centro, ha brigato per Expo e si è assolutamente dimenticata del resto della città. I milanesi vogliono cambiare”.

In conclusione il vice presidente del consiglio regionale della Lombardia ha rivolto la sua attenzione alla situazione interna al suo schieramento politico. “Le primarie sono un fatto importante per quanto riguarda il Pd e sono nello statuto. Sulla disponibilità di una personalità importante come quella del presidente Pomodoro poi valuteremo se questa possibilità c’e'”. Questo il commento di Penati in riferimento all’ipotesi di una candidatura del presidente del Tribunale di Milano Livia Pomodoro alle prossime comunali per il centrosinistra.

Di Marcello Accanto