Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia Usura Bancaria: parla Silvestro Dell’Arte, coordianatore toscano del Forum Antiusura bancaria

Usura Bancaria: parla Silvestro Dell’Arte, coordianatore toscano del Forum Antiusura bancaria

Come già avevamo anticipato su Newnotizie, domani si terrà il primo meeting toscano del Forum Antiusura Bancaria, appuntamento al quale sarà presente anche il nostro giornale. Ospitiamo in queste pagine un’intervento di Silvestro Dell’Arte, imprenditore di quella che un tempo era la Toscana felix e infaticabile animatore del Forum Antiusura Bancaria nella sua regione.

Venerdi 11 giugno sarà una data importante. A Montecatini si terrà infatti il primo meeting regionale toscano del Forum Antiusura. Ci vuoi dire Silvestro come nasce Forum Antiusura e quali sono le battaglie portatate avanti?

Siamo piccoli imprenditori, professionisti, avvocati, deputati, giornalisti, cittadini, molti dei quali stanno vivendo sulla loro pelle un sistema legislativo che ha concesso lo strapotere alle banche e alle società finanziarie di emanazione bancaria. Ci siamo riuniti per diventare un gruppo di pressione sociale e politica per impedire che attraverso vessazioni e arbitri comunemente praticati sia possibile depredarci, distruggere le nostre aziende e le nostre famiglie. In pratica per riportare in questo settore equità e giustizia, agendo efficacemente a livello politico e istituzionale. Non stiamo rappresentando una parte politica, ma daremo in nostro sostegno a chi vorrà farsi carico di rappresentarci ed agire per i nostri obiettivi, che riguardano unicamente istanze di giustizia e di legalità secondo i principi della Costituzione.

Uno dei meriti del Forum Nazionale Antiusura Bancaria è quello di preferire il fattibile a ciò che è utopico. Ci illistri le proposte di legge avanzate dal Forum?

Abbiamo presentato una proposta di legge con cui si vuole correggere una distorsione legislativa che pone le aziende alla mercè delle banche in tema di addebiti e decreti ingiuntivi. L’attuale situazione legislativa consente a banche e società finanziarie di “autocertificare” il credito e su questo ottenere il decreto ingiuntivo e aggredire i beni dell’impresa e del cittadino. I punti qualificanti della proposta di legge sono:
– Il decreto ingiuntivo, se contestato, non diventa esecutivo fino alla sentenza (adesso “prima” vi spogliano di tutto, è “poi” voi, ridotti all’impotenza,tentate di difendervi)
– Il funzionario di banca o di società finanziaria che certifica per vere somme false, e in questo modo tenta di espropiarvi di casa, azienda, risparmi e stipendi, viene punito secondo gli art. 629 (estorsione) e 640 (truffa) del codice penale (adesso non è punibile perchè non sarebbe “individuabile” chi commette il reato)
– L’iscrizione in centrale rischi per somme in contestazione non può essere fatta fino a sentenza definitiva (adesso è del tutto arbitraria. Viene usata come arma di ricatto prima, e poi per farvi fallire e appropriarsi dei vostri beni) Le modifiche al codice di procedura penale servono a consentire la difesa dell’azienda in casi dei archiviazione della contestazione. Il diritto di difesa è sancito dalla Costituzione ed ora è gravemente vulnerato a favore di banche e società finanziarie. Finora, anche nei casi di accertata usura ed estorsione da parte dei magistrati, mai si è riusciti a far condannare un funzionario di banca o di società inanziaria per questi reati, che sono emersi in centinaia e migliaia di casi. Si tratta quindi di riportare il paese, in questo settore, a elementari norme di civiltà giuridica dove chi pratica truffa, estorsione e anatocismo non solo paghi i danni, ma deve andare in prigione.

Che risposte ha ottenuto il Forum antiusura dal mondo politico? Per scelta strategica il Forum si muove in modo trasverale, come hanno risposto i due maggiori schieramenti?

Bella domanda, l’unica cosa di fondamentale importanza è che l’On. Scilipoti (Italia dei Valori) ci ha permesso per la prima volta di potere entrare dentro la Camera Dei Deputati, il suo coraggio va ripagato con la dimostrazione che partendo dal basso possiamo fare pressione su qualsiasi schieramento politico. Perchè il Popolo non solo manifesterà in Piazza ma lo farà anche per la prima volta dentro il Palazzo.

Perchè è importante essere presenti a Montecatini venerdi? A chi si rivolge l’incontro?
ll Forum antiusura bancaria della Toscana è una “massa critica” che riunisce cittadini, imprenditori e associazioni di vario genere. Ci definiscono una «lobby di popolo” nata contro le banche che hanno illuso i risparmiatori e le piccole aziende con una speculazione finanziaria a tassi usurai. Gli avversari del forum sono, appunto, gli istituti di credito. Il nostro obiettivo è quello «di abolire ogni privilegio detenuto attualmente dalle banche che lo utilizzano come strumento di pressione e ritorsione». Vedi le segnalazioni unilaterali e discrezionali alle centrali rischi, il facile ottenimento dei decreti ingiuntivi per somme non vere e la cartolarizzazione dei presunti debiti. Il metodo della battaglia è quello di «unirci e diventare numerosi, manifestando il disagio di milioni d’italiani così da sensibilizzare le forze politiche».

Il 25 giugno si terrà la prima manifestazione nazionale del Forum Antiusura presso la Camera dei deputati. Sarà un appuntamento centrale nella storia del forum perchè per la prima volta le tematiche dell’usura bancaria entreranno nei palazzi del potere. Come si sta preparando il Forum Toscano a quest’iniziativa?

Ci stiamo preparando sensibilizzando il territorio anche con il convegno organizzato a Montecatini l’11 giugno 2010 alle ore 16.30 . Parleremo di Usura Bancaria e daremo dimostrazione che i casi sono sempre più frequenti, ma non ricevono attenzione dai mass media forse a causa dell’errata convinzione che solo l’usura criminale debba essere perseguita. Nella realtà dei fatti, l’usura bancaria costituisce spesso il presupposto dell’usura criminale. Coloro che, infatti, ricorrono agli usurai sono prima di tutto vittime, spesso inconsapevoli, di richieste di pagamento da parte di istituiti di credito a tassi che possono essere usurai. Il mancato pagamento di queste somme porta inevitabilmente l’utente bancario ad essere segnalato nelle diverse banche dati che monitorizzano l’erogazione del credito da parte del sistema bancario. Tale segnalazione (che in tanti caso può essere frutto della richiesta di interessi usurai) impedisce di fatto alla vittima di poter avere accesso al credito legale spingendola a dover ricorrere al comune usuraio.
Lo scopo del Forum nazionale antisurabancaria (presieduto dall’On.le Domenico Scilipoti) è quello di riunire tutti coloro che sono vittime degli abusi del sistema bancario (abusi che sono simboleggiati dall’usura bancaria) in modo tale da dare una voce a chi è troppo debole per poter reagire da solo. Nel corso dell’incontro verranno illustrate le novità a tutela degli utenti bancari tra le quali si segnala una storica e recentissima sentenza della Corte di Cassazione che ha stabilito il corretto criterio di calcolo degli interessi usurai dichiarando errato quello utilizzato dalle banche. Il problema dell’usura bancaria è l’ennesima spia di un rapporto spesso patologico che privati ed imprese hanno con il mondo bancario, derivante da privilegi legislativi che permettono alle banche di operare segnalazioni unilaterali e discrezionali alle Centrali Rischi, al di fuori di qualunque forma di controllo nonché di ottenere in modo automatico decreti Ingiuntivi per somme non vere.

Enzo Lecci