Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Contrattavano la decurtazione dei punti, arrestati due vigili urbani

Contrattavano la decurtazione dei punti, arrestati due vigili urbani

Una vicenda tutta italiana avvenuta nel casertano; dopo un’indagine della Guardia di Finanza durata alcuni mesi, due vigili urbani sono stati arrestati ed altri otto denunciati con le pesanti accuse di organizzazione a delinquere finalizzata alla truffa, peculato, abuso d’ufficio, falso ideologico e materiale commesso da pubblico ufficiale.

I finanzieri, su indicazione della Procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha coordinato le indagini, hanno rivelato una possibile contrattazione dei punti decurtati dalla patente, rispetto all’infrazione commessa dal guidatore.

In parole povere,  alcuni vigili si sarebbero messi d’accordo con gli autori delle infrazioni al codice della strada, discutendo sui punti da togliere piuttosto che  applicare le normaltive vigenti. Il motivo ancora non è chiaro, è ipotizzabile però un compenso in denaro o simili. Pare che i rappresentanti del corpo dei vigili avessero alterato i verbali, nascondendo, ad esempio, le foto scattate dagli autovelox. Sotto inchiesta sembra sia finito anche il titolare della ditta produttrice degli stessi apparecchi. In tutto gli indagati sono ben 215. Altri 8 vigili invece sono stati  raggiunti dal provvedimento di sospensione dal servizio.

In una nota rilasciata dalla Fiamme Gialle  la spiegazione dei motivi della presa di posizione ai danni dei pubblici ufficiali in servizio presso il comune di Piedimonte Matese, in provincia di Caserta.

L’indagine ha evidenziato un sistema creato dai Comuni e dalle società che, in violazione di legge, rappresentava un modo di facile, ingiusto e rilevante profitto per alterare, occultare e distruggere verbali elevati per violazioni al codice della strada, accertate attraverso il sistema autovelox. Le indagini hanno visto anche il coinvolgimento del titolare della societa’ preposta alla gestione degli apparecchi per la rilevazione automatica della velocita’, cui e’ stato notificato un divieto di dimora nella regione Campania, nonche’ di oltre 200 soggetti che hanno istigato o tratto beneficio dalle condotte illecite tenute dai vigili urbani”.

Angelo Sanna