F1, Canada: Nelle libere Red Bull e Mclaren le più veloci. Ferrari in crescita

Due anni dopo ecco che il circus ritorna nel celeberrimo circuito canadese intitolato all’indimenticabile Gilles Villeneuve. Tra lunghi rettilinei spezzati da brusche chicane va’ in scena l’ottavo appuntamento stagionale, e la sfida tra Red Bull e Mclaren ha tutta l’intenzione di continuare anche qui. Infatti mai come questa volta i risultati finali di entrambi le sessioni danno poche e confuse informazioni. Se nella prima pareva la Mclaren più in forma con il miglior tempo fatto registrare da Jenson Button e il duo Red Bull fermo nelle posizioni di media classifica, nella seconda sessione le parti si sono invertite, con Vettel che strappa il miglior giro e tutti gli altri a inseguire.

Un comportamento strano, inusuale. Molto è da imputare alle condizioni dell’asfalto che tra una sessione è l’altra sono cambiate, ma non è l’unico fattore. Infatti si ha la netta sensazione che consci delle loro possibilità, entrambe le squadre si siano nascoste, evitando di tirare fuori tutto il potenziale già oggi e quindi aspettare domani con le qualifiche. Una rivalità sempre più accesa, che dalla pista pian piano si sta spostando anche sul lato psicologico. Dietro comunque le sorprese non mancano, ad iniziare dalla Ferrari.

Se nella prima sessione lo sconforto era tornato a dominare il clima e le previsioni del cavallino, al secondo round la speranza si è riaccesa. Alonso infatti riesce a registrare un ottimo giro che lo porta in seconda posizione dietro solo a Vettel, mentre Massa agguanta la quinta piazza. A quanto pare la F10 si adatta davvero alle caratteristiche del circuito canadese, e i miglioramenti tanto auspicati sembrano esserci. Avversario sicuro delle rosse di Maranello sarà la Mercedes. Sia Rosberg che Scumacher appaiono in grado di fare bene qui e possono rubare punti importanti ad Alonso nella lotta al titolo. In qualifica sarà fondamentale stare davanti al duo tedesco.

Chi invece delude un po’e la Renault. Inebriata dalle precedenti performance, a Montreal non riesce a farsi vedere davvero competitiva e il massimo che ottiene è un sesto tempo con Kubica. Un po’ pochino per un Team che voleva duellare con la Mercedes. Domani le qualifiche ci diranno chi potrà puntare alla vittoria e chi invece dovrà rimanere fuori, contando che la Red Bull può segnare la sua ottava Pole Position consecutiva. Appuntamento quindi alle 19.00.

Riccardo Cangini