Mondiali Fifa: ecco la Vuvuzela

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:55

Ai Mondiali va di scena la musica oltre che alle partite classiche che tutti ci aspettiamo, e dopo i Black Eyes Pies che si sono esibiti nella capitale dello Stato ieri sera e dopo la cerimonia d’apertura della manifestazione che ha visto balli hip hop e canti etnici,  e ancora la Waka Waka di Shakira che ha accompagnato tutto l’arrivo delle squadra nel continente nero, ecco che anche tra gli spalti, ad accompagnare tutta la manifestazione per tutta la sua durata, ci sarà la Vuvuzela, una trombetta made in Sud Africa dal suono davvero assordante e che ha parecchie caratteristiche.

La prima, poco felice, è che la Vuvuzela emette un suono che se ascoltato in maniera prolungato può dare problemi permanenti all’udito, quindi chi seguirà diverse partite agl istadi avrà non pochi problemi quando tornerà a casa nel suo Paese a dover smaltire il dolore provocato dal suono delle trombette. Molto fastidiose insomma anche perchè, come sicuramente si sarà notato guardando la partita inaugurale del Mondiale tra Sud Africa e Messico, affievolisce anche la parola dei telecronisti che devono riuscire a superare il rumore di queste trombette.

Purtroppo, più per chi è lì che per noi, dovremo continuare ad ascoltarle fino all’11 di Luglio e state certi che nel caso in cui una squadra africana dovesse superare i gironi le ascolteremo ancora più felici e strombazzanti. Ovviamente bisogna pur rispettare le usanze di ogni luogo e quindi, per quest’anno, ci toccherà la Vuvuzela, che molti pensano sia anche molto pericolosa per la distrazione. Chissà che molti giocatori non vengano presi in contropiede dopo un forte colpo di Vuvuzela.

Mario Petillo