Formula 1 2010: la Ferrari è soddisfatta ma si può migliorare

In fondo il progetto della F10 non è totalmente sbagliato come quello targato 2009. La prova l’abbiamo avuta domenica, ove in un circuito privo di curve veloci la Ferrari ha potuto battagliare con la Mclaren e stare addirittura davanti ad entrambe le Red Bull, cosa impensabile dopo i fasti della Turchia. Ovviamente però i problemi in termini di carico aerodinamico sono rimasti, ma il fresco podio di Alonso ha allentato la tensione e disteso i nervi.

Le parole del pilota spagnolo riflettono appieno il clima attuale della scuderia:”Penso sia stata una buona giornata per noi, la vettura è stata molto competitiva qui in Canada. Ho avuto l’opportunità di vincere.” Chiaro segno che la monoposto a Montreal ha fatto un grande salto di qualità. Peccato però per quei problemi con i doppiaggi: “Abbiamo perso la posizione nel traffico e poi un’altra posizione. Ma è un grande recupero in termini di campionato, eravamo a 50 secondi dalla McLaren in Turchia e qui abbiamo lottato per la vittoria. Stiamo andando nella giusta direzione, penso che siamo tornati in lotta. E’ stata una bella sensazione per me essere in posizione di vincere la gara, e lottare per il podio.” Qualche piccolo rammarico, ma nel complesso la prestazione mostrata è stata molto positiva.

Chi invece ha avuto molti problemi è il compagno di squadra Massa. Il povero brasiliano ha dovuto combattere per tutta la durata della gara con la sfortuna, compromettendogli un risultato che certamente sarebbe stato molto migliore: “E’ stata una gara orribile per me, in cui mi è successo davvero di tutto. Alla prima curva ho avuto un incidente che mi ha messo fuori gioco nella lotta per le prime posizioni. Ero partito molto bene ma mi sono ritrovato in mezzo a Button e a Liuzzi: quest’ultimo mi ha toccato e avete visto com’è andata a finire. Peccato ma sono cose che succedono“. Nonostante tutto Felipe sorride, e aspetta con ansia il prossimo appuntamento mondiale: “Valencia mi aspetto di andare meglio perché ci saranno delle novità sulla F10 e spero di poter lottare per le prime posizioni” Ed è questo il punto.

La Ferrari è arrivata ad un punto cruciale nel campionato. La versione “b” della monoposto ha l’oneroso compito di far tornare i piloti Ferrari in lizza per il campionato, perchè oramai il tempo per recuperare i punti di distacco comincia davvero a scarseggiare. Una scommessa, una sfida che non bisogna perdere. In ballo c’è il titolo mondiale, in ballo c’è il lavoro di una intera stagione. In Ferrari sono sicuri del risultato, i tifosi sperano nel miracolo. L’imperativo comunque è non fallire.

Riccardo Cangini