Probabili formazioni Olanda-Danimarca: Robben risparmiato, danesi senza Kjaer e Bendtner

Il difensore danese Kjaer. Pesante la sua assenza quest'oggi contro l'Olanda

Dopo essersi chiusa ieri sera la terza giornata del mondiale con il roboante 4-0 della Germania ai danni dell’Australia, si apre il quarto giorno della rassegna iridata con la prima gara del gruppo E, quella che vedrà alle 13.30 di fronte le due favorite, sulla carta, del girone: Olanda e Danimarca. Fari puntati, quindi, sul Soccer City Stadium di Johannesburg, teatro di questa partita che interessa indirettamente anche gli azzurri visto che, in caso di passaggio del turno, gli uomini di Lippi agli ottavi incrocerebbero una squadra di questo girone.

OLANDA – Il tecnico degli Oranje Van Marwijk può gioire per il recupero lampo di Robben che, infortunatosi in un test premondiale contro l’Ungheria, ha recuperato in poco più di una settimana da un problema muscolare. La stella del Bayern, però, partirà dalla panchina perchè, come detto dal tecnico olandese, nell’ultima settimana si è allenato solo una volta giocando soltanto quaranta minuti, troppo poco per mettere a repentaglio il suo mondiale. Al suo posto giocherà Van der Vaart assieme a Kuyt e Sneijder nel trio di trequartisti che agiranno alle spalle di Van Persie. Per il resto, miglior formazione possibile per Van Marwijk che schiererà i suoi con il sempre più apprezzato 4-2-3-1. Questo lo schieramento completo degli Oranje:

(4-2-3-1): 1 Stekelenburg; 2 Van der Wiel, 3 Heitinga, 4 Mathijsen, 5 Van Bronckhorst; 6 Van Bommel, 8 De Jong; 7 Kuyt, 10 Sneijder, 23 Van Der Vaart; 9 Van Persie. A disposizione: 22 Boschker, 13 Ooijer,  16 Vorm, 12 Boulahrouz, 15 Braafheid, 20 Afellay, 14 De Zeeuw, 18 Schaars, 19 Babel, 17 Elia, 21 Huntelaar, 11 Robben. Allenatore: Bert Van Marwijk.

DANIMARCA – Ben più pesanti le assenze in casa danese: il tecnico della Danish Dynamite Morten Olsen dovrà rinunciare a due dei suoi giocatori più rappresentativi, il difensore del Palermo Kjaer e l’attaccante dell’Arsenal Bendtner. Al posto dei due assenti forzati giocheranno Kroldrup e Jon Dahl Tomasson, sembrato un lontano parente dell’attaccante osservato al Milan nelle amichevoli premondiali. Per il suo 4-4-2, Olsen poi ha vari dubbi in diversi reparti:  il primo riguarda l’uomo che agirà sul settore di destra a centrocampo ed il ballottaggio è fra l’ex fiorentino Martin Jorgensen e Jesper Gronkjaer, anche se quest’ultimo sembra favorito. Il secondo riguarda il ruolo di terzino sinistro dove si giocano una maglia Kvist e Mtiliga con il primo leggermente favorito. Questo l’undici danese ipotizzabile per la sfida all’Olanda

(4-4-2): 1 Sorensen; 6 Jacobsen, 4 Agger, 13 Kroldrup, 5 Kvist; 8 Gronkjaer, 14 J.Poulsen, 2 C.Poulsen, 19 Rommedahl; 18 Larsen, 9 Tomasson. A disposizione: 16 Andersen, 22 Christiansen, 23 Mtiliga, 15 S. Poulsen, 17 Beckmann, 20 Enevoldsen, 21 Eriksen, 7 Jensen, 10 Jorgensen, 12 Kahlenberg. Allenatore: Morten Olsen.

Arbitro: Stephane Lannoy (Francia)

Calcio d’inizio al Soccer City Stadium di Johannesburg fissato alle 13.30

Francesco Maisano