Film oggi in tv: con James Dean “Gioventù bruciata”

Oggi pomeriggio, alle ore 16:30, Rete 4 trasmetterà il film, del 1955, “Gioventù bruciata” (titolo originale “Rebel without a cause”). La pellicola, meraviglioso esempio di come il cinema vintage possa essere ancora attuale, fu diretta dal celebre Nicholas Ray e consacrò a indiscussa icona della settima arte un James Dean più ribelle e dannato che mai. Nel cast anche Dennis Hopper e Natalie Wood. Il lungometraggio è liberamente ispirato al best seller dello psichiatra Robert Lidner “Ribelle senza causa: analisi di uno psicopatico criminale”.

Due ragazzi e una ragazza, tutti alle prese con difficili situazioni familiari, partecipano ai giochi pericolosi di una banda. Durante uno di questi giochi perversi, Jim (James Dean) e Buzz partecipano ad una corsa clandestina con auto rubate che termina con un tragico epilogo: Buzz muore e Jim, insieme col suo amico Plato, viene inseguito dalla polizia…

La pellicola è stata scelta, nel 1990, per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Considerata, dunque, come un bene culturale per l’umanità, consacrò Nicholas Ray come uno dei cineasti più sensibili e originali di Hollywood. Il lungometraggio valse, invece, a James Dean, l’immagine di bello e dannato, incrementata, ulteriormente dal fatto che fu l’ultima pellicola girata, prima di morire, tragicamente, a soli ventiquattro anni. Profonda come non mai, l’interpretazione di Dean e della bella Natalie Wood, conferì al film quel tanto di ingenuità sentimentale che, unita a sequenze memorabili, lo fanno apparire un pò datato. Ed è proprio questo che ci piace ancora tanto. E’ questo che permette alla pellicola di essere mandata in tv per l’ennesima volta, sempre seguita da una folta schiera di fans. Grandissima anche l’idea di far interpretare a Sal Mineo (Plato) il primo minorenne gay nella storia di Hollywood.

Tre nominations agli Oscar: miglior soggetto (a Nicholas Ray), miglior attrice non protagonista (a Natalie Wood) e miglior attore non protagonista (a Sal Mineo).

Un film che ha fatto storia. Celebre anche agli occhi di chi non l’ha mai visto, ma assolutamente da guardare.

Valentina Carapella