Basket, Serie A: finale playoff, Siena ad un passo dallo scudetto

Dopo aver dominato le prime due gare casalinghe della serie finale che assegnerà lo scudetto del campionato italiano di basket 2009/2010, il Montepaschi Siena seppellisce senza appello le speranze di coloro che auspicavano maggiore equilibrio nell’ultimo atto dei playoff. Anche in trasferta – sul campo del Mediolanum Forum di Assago (Milano) – gli uomini allenati da Simone Pianigiani non lasciano scampo all’Armani Jeans, sconfitta in gara-3 col punteggio di 75-88.

Ci auguriamo che lo scarto finale di “sole” 13 lunghezze non inganni nessuno: la formazione biancoverde ha dominato in lungo e in largo l’incontro sin dalle sue primissime battute, scatenando le proprie bocche da fuoco già in occasione di un primo quarto ai limiti della perfezione. Al Montepaschi bastano 3 minuti per centrare il primo allungo (4-10), e il prosieguo della prima frazione si tramuta presto – per giocatori e pubblico di casa – in un incubo. Un terrificante parziale senese di 17 punti a 1 fa volare McIntyre e compagni sul +20 dopo 8 giri di lancette, con l’Olimpia ferma all’imbarazzante quota 7 punti segnati, e la prima sirena squilla con la Mens Sana avanti 11-32 e un incontenibile Romain Sato già oltre la doppia cifra.

E’ quasi triste dirlo, ma i restanti 30 minuti non sono che ordinaria amministrazione per la compagine campione d’Italia in carica. A salvare l’onore di una Armani Jeans tramortita nelle gambe e nel morale ci provano in pochi: Arnold, Mancinelli e il solito Jonas Maciulis, che con una tripla sulla sirena del secondo quarto riporta i suoi da -24 a -21. Anche lo sforzo di trovare qualche appiglio, qualche motivo di interesse nell’interminabile garbage-time, non porta buoni frutti; Pianigiani ruota sapientemente i suoi uomini, tanto per evitare affaticamenti e per tenere tutti freschi in vista di gara-4 (hai visto mai…), mentre il coach meneghino Piero Bucchi vede girare meglio il suo attacco soltanto quando anche la testa degli spettatori presenti è altrove, dappertutto tranne che su ciò che accade sul parquet.

Concluso con 20 punti di vantaggio anche il terzo quarto, il Montepaschi tira i remi in barca e lascia le redini ai biancorossi: l’AJ rende così meno amara, ma solo nel punteggio, una figuraccia che non può essere affatto eclissata dal parziale di 20-13 che negli ultimi 10 minuti consente a Milano di accorciare le distanze e far suonare la sirena sul 75-88 conclusivo. Siena chiude il match con i consueti numeri da capogiro in attacco (65% al tiro da 2) e col solito battaglione di 5 elementi in doppia cifra, tra cui spiccano un irrefrenabile Romain Sato – 23 punti con 9/13 nelle conclusioni dal campo – e un buon Terrell McIntyre da 16 punti.

L’Olimpia si aggrappa all’ariete-Maciulis, top scorer dei suoi con 16 punti, supportato da uno Stefano Mancinelli arrivato nel finale a quota 14 ma mai incisivo nei momenti che contano. Siena vola così sul 3-0 nella serie, portandosi ad una sola vittoria di distanza dalla conquista del 5° scudetto della sua storia, il quarto consecutivo, che – sorprese a parte – potrebbe tranquillamente arrivare già in occasione di gara-4, sabato 19 al Forum. Al termine dell’ennesima stagione dall’esito scontato, viene perfino da chiedersi chi possa essere ancora disposto a pagare per assistere ad un film, spacciato per film giallo, del quale però tutti conoscono in anticipo e a menadito il finale, l’assassino, gli eventuali complici e anche l’arma del delitto.

Armani Jeans Milano-Montepaschi Siena 75-88 (serie 0-3)

Milano: Mancinelli 14, Hall 11, Maciulis 16, Mordente 5, Finley 3, Bulleri 4, Rocca 10, Monroe 5, Ianes ne, Viggiano ne, Arnold 7, Becirovic ne. All.: Bucchi.

Siena: Domercant 6, McIntyre 16, Zisis 11, D’Ercole, Eze 7, Carraretto, Sato 23, Lavrinovic 10, Ress, Hawkins 10, Marconato ne, Stonerook 5. All.: Pianigiani.

Parziali: 11-32, 36-57, 55-75, 75-88.

Tiri da 2: Milano 18/30, Siena 22/34. Tiri da 3: Milano 7/21, Siena 10/26. Tiri liberi: Milano 18/27, Siena 14/16.

Valutazione: Milano 78 (Rocca 19), Siena 109 (Sato 26). Rimbalzi: Milano 30 (Rocca 9), Siena 29 (Stonerook 9). Palle perse: Milano 16 (3 giocatori 3), Siena 10 (McIntyre 3).

Daniele Ciprari