Mondiali 2010, Camerun-Danimarca 1-2: Eto’o non basta, africani eliminati

Il gol del 2-1 di Rommedahl al 61'

La Danimarca batte 2-1 il Camerun nella gara di questa sera al Loftus Versfeld Stadium di Pretoria e torna in corsa per il secondo posto nel Gruppo E. Sarà decisiva la sfida contro il Giappone in programma il 24 giugno prossimo. Eto’o e compagni salutano invece la competizione con una gara d’anticipo: anche un’eventuale vittoria nella prossima gara contro l’Olanda non basterebbe.

PRIMO TEMPO – Rispetto alla gara contro il Giappone, Le Guen in mezzo al campo preferisce Geremi e Song a Makoun e Matip. In avanti fuori Choupo-Moting, sostituito da Emana. Morten Olsen conferma per 9/11 la squadra di cinque giorni fa: Gronkjaer prende il posto di Enevoldsen e Tomasson, a sorpresa, viene schierato in attacco al posto di Kahlenberg.

Il Camerun parte forte e dopo soli dieci minuti è in vantaggio: erroraccio di Christian Poulsen, Webo conquista il pallone e dalla sinistra serve Eto’o che, solo davanti a Hamidou, non sbaglia.

Subìto il colpo, la Danimarca si getta in avanti alla ricerca del pari, ma prima Grønkjær e poi Jacobsen non sfruttano due buone occasioni. Quando il Camerun sembra essere riuscito a rintuzzare le offensive danesi, arriva improvviso il gol del pari: lancio lungo dalle retrovie, Rommedahl si invola sulla destra e serve al centro Bendtner che deve solo appoggiare in rete.

Nel finale di tempo occasioni da una parte e dall’altra: prima è Tomasson a farsi ribattere da un difensore un tiro a porta sguarnita, poi Eto’o, sul ribaltamento di fronte, colpisce il palo a portiere battuto. Ancora Camerun al 43′, ma Sorensen è bravo a respingere la conclusione di Emana.

SECONDO TEMPO – Come nella prima frazione, è ancora il Camerun a partire forte, con Mbia e Webo che vanno vicini al gol. Al 61′, però, arriva il gol danese: contropiede rapidissimo, palla sulla destra a Rommedahl che salta Makoun e in diagonale infila sul secondo palo.

Il Camerun prova a reagire, ma lo fa in modo confusionario, rischiando anche di prendere il terzo gol quando Tomasson, al minuto 71, sbaglia un gol facile facile a tu per tu con Souleymanou. Sette minuti più tardi è invece bravissimo Sorensen a deviare un tiro di Emana.

Nel finale gli africani si gettano in avanti, creando qualche mischia nell’aria del portiere danese che riesce comunque a cavarsela. Al fischio finale grande delusione per i tifosi camerunensi sugli spalti: la loro avventura in Sudafrica finisce qui.

TABELLINO

CAMERUN – DANIMARCA 1 – 2

CAMERUN (4-4-2): Souleymanou; Mbia, Bassong (28′ st Idrissou), N’koulou, Assou-Ekotto; Geremi (1′ st Makoun), Enoh, A. Song, Emana; Eto’o, Webo (23′ st Aboubacar).
A disposizione: Nguemo, R. Song, Mandjeck, Bong, Chedjou, Choupo Mouting, Kameni, Matip, Assembe. All. Le Guen

DANIMARCA (4-4-2): Sorensen; Jacobsen, Agger, Kjaer, S. Poulsen; Rommedahl, C. Poulsen, Jorgensen (1′ st Jensen), Gronkjaer (22′ st Kahlenberg); Tomasson (41′ st J. Poulsen), Bendtner.
A disposizione: Andersen, Christiansen, Kroldrup, Mtiliga, Kvist, Eriksen, Larsen, Beckmann, Enevoldsen. All. Olsen

ARBITRO: Jorge Larrionda (Uruguay)

MARCATORI: 9′ Eto’o (C), 33′ Bendtner (D), 16′ st Rommedahl (D)

AMMONITI: Bassong, M’Bia (C), Sorensen, Kjaer (D)

ESPULSI: Nessuno

Pier Francesco Caracciolo