Home Spettacolo Musica

Waka Waka: il brano di Shakira è il tormentone dell’estate 2010

CONDIVIDI

Se uno pensa ai Mondiali di Calcio del 2010 da poco cominciati le cose principali che vengono alla mente sono: il calore del popolo del Sudafrica, le insopportabili ma ormai simboliche vuvuzelas, le sorprese dei risultati in campo ma anche l’inno di questo importante evento, divenuto ormai un vero e proprio tormentone. Waka Waka (This time for Africa), la canzone cantata da Shakira che è stata scelta come inno ufficiale dei Mondiali Sudafrica 2010, in poco tempo è diventata conosciutissima e subito molto amata.

Il ritmo è orecchiabile, allegro ed ha quel tocco di esotico che ben si affianca allo spirito di questi Mondiali. La voce intensa dell’artista colombiana, le sue curve prorompenti e le sue danze sensuali hanno fatto poi il resto, con il video del brano che ha immediatamente spopolato in Rete. Waka Waka diventa così il ballo dell’estate, il motivetto che nel bene o nel male è entrato nella testa di tutti e che impazza già sulle spiagge e nelle discoteche di tutto il mondo. Un brano coinvolgente che sembra non avere rivali e che si candida a colonna sonora dell’estate 2010.

Waka Waka si è arrampicata con rapidità sulle classifiche di vendita e di ascolti conquistando senza troppi problemi la vetta. Una hit mondiale, quella di Shakira, che si è piazzata al primo posto in Argentina, Austria, Belgio, Cile, Colombia, Finlandia, Francia, Germania, Olanda, Lussemburgo, Paraguay, Portogallo, Sudafrica, Spagna, Svizzera e Italia. Spopolano addirittura fra le teeenager anche delle t-shirt con sopra il testo del brano, un inno a non arrendersi, a mettercela tutta non solo nello sport ma anche nella vita. Dopo l’esibizione di Shakira avvenuta l’11 giugno in occasione dell’inaugurazione dei Mondiali, la colombiana canterà di nuovo assieme agli artisti sudafricani Freshlyground prima della partita finale al Soccer City Stadium di Johannesburg.

Unica ombra in agguato su questo straordinario successo sono forse le accuse di plagio rivolte a Shakira dal cantante domenicano Wilfrido Vargas. Questi sarebbe pronto a chiedere 11 milioni di dollari come risarcimento, sostendendo che Waka Waka è stata illecitamente ispirata dal brano El negro no puede, una canzone del 1982 portata al successo dalle Las Chicas del Can.

Andrea Camillo