Mondiali 2010, Spagna-Honduras 2-0: Agli iberici basta Villa

Tutto facile per la Spagna che a Johannesburg batte per 2-0 un Honduras davvero inconsistente. In virtù della vittoria del Cile, che nel pomeriggio ha battuto la Svizzera per 1-0, si deciderà tutto nell’ultimo turno con la squadra di Del Bosque obbligata a battere i cileni.

PRIMO TEMPO – Partono subito forte gli spagnoli con le incursioni esterne di Sergio Ramos e Jesus Navas.

Dopo 7′ gli iberici sfiorano il vantaggio con Villa che colpisce in pieno la traversa con una gran conclusione dalla media distanza.

Al 10′ ancora la squadra di Del Bosque all’arrembaggio con Sergio Ramos che sfiora il gol colpendo di testa un pallone ben crossato dall’ottimo Xavi. Passano 120” e gli iberici reclamano per un presunto fallo di mano in area da parte di un difensore honduregno. Per il direttore di gara però è tutto regolare.

Il gol è nell’aria ed arriva puntuale al 19′ per mano di un Villa che sembra essere in serata di grazia. Il neo attaccante del Barcelona salta due uomini sulla destra e si accentra lasciando partire un destro imparabile per l’estremo difensore caraibico. Spagna in vantaggio.

La nazionale honduregna manifesta tutta la propria inferiorità non riuscendo quasi mai a superare la metà campo pertanto le Furie Rosse possono gestire il vantaggio giocando quasi in surplass.

Al 32′ ancora dai piedi di Sergio Ramos parte un cross millimetrico per Torres ma l’ex Atletico Madrid sbaglia in maniera grossolana il colpo di testa.

Prima della fine del primo tempo c’è spazio per un brutto gesto di David Villa che rifila una manata a Chavez, il gesto per sua fortuna non viene visto ne’ dall’arbitro ne’ tantomeno dai suoi collaboratori.

SECONDO TEMPO – I secondi 45′ cominciano con la Spagna ancora indiscussa padrona del campo nonostante i centroamericani provino a cambiare marcia sbilanciandosi in avanti.

Al 49′ arriva il raddoppio ancora con Villa il cui tiro dal limite dell’area viene deviato in maniera decisiva da un difensore avversario.

Da questo momento in poi anche quel poco di Honduras sceso in campo a Johannesburg cessa di esistere e per gli spagnoli diventa poco più di un allenamento.

Jesus Navas continua a far impazzire i difensori avversari ed al 59′ viene steso in area, per il direttore di gara, il giapponese Nishimura, non ci sono dubbi è calcio di rigore. Dal dischetto va Villa che però sentendo l’odore della tripletta si emoziona e manda al lato il pallone.

Al 64′ Suazo prova ad impensierire Casillas con un velleitario tiro da fuori area che conferma però tutti i limiti dell’ex attaccante di Cagliari ed Inter.

Un minuto più tardi invece il neo entrato Fabregas va ad un passo dal 3-0 concludendo a rete dopo aver saltato il portiere, un difensore della “Bicolor” salva però in maniera provvidenziale.

Il resto è pura accademia con la Spagna che non prova mai seriamente a trovare la terza marcatura ed un pessimo Torres che viene sostituito da Mata.

Ad Ellis Park Spagna batte Honduras 2-0.

SPAGNA-HONDURAS 2-0

RETI: 18’ pt e 6′ st Villa

SPAGNA: 1-Iker Casillas; 15-Sergio Ramos (77’ Arbeloa), 3-Gerard Pique, 5-Carles Puyol, 11-Joan Capdevila; 22-Jesus Navas, 14-Xabi Alonso, 8-Xavi (66’ Fabregas), 16-Sergio Busquets; 9-Fernando Torres (70’ Mata), 7-David Villa.

HONDURAS: 18-Noel Valladares; 23-Sergio Mendoza, 2-Osman Chavez, 3-Maynor Figueroa, 21-Emilio Izaguirre; 19-Danilo Turcios (63’ Nunez), 8-Wilson Palacios (84’ Palacios), 20-Amado Guevara, 13-Roger Espinoza (46’ Welcome); 15-Walter Martinez; 11-David Suazo

ARBITRO: Yuichi Nishimura (Giappone)

NOTE: al 62’ Villa sbaglia un rigore.

Ammoniti Turcios (H), Izaguirre (H)

Simone Meloni