Probabili formazioni Francia-Sudafrica: due nazionali in crisi, a caccia di un sogno

Al Free State Stadium di Bloemfontein (ore 16.00) Francia e Sudafrica si giocano il tutto per tutto, inseguendo il sogno di una qualificazione in extremis: per entrambe sono necessarie una vittoria, una valanga di gol e, soprattutto, buone notizie dal Royal Bafokeng Stadium di Rustenburg, dove Messico ed Uruguay si sfidano in contemporanea per il primato del gruppo A.
In caso di pareggio, le due nazionali americane accederebbero (entrambe a 5 punti) alla fase finale dei Mondiali 2010 facendo fuori la squadra organizzatrice e una finalista di Germania 2006.

FRANCIA – Dopo il caso Anelka (reo di avere insultato pesantemente il Ct, punito con un ritorno anticipato in patria), il seguente ammutinamento della squadra (ha diramato un comunicato, letto da Domenech alla stampa, in cui sceglieva di disertare l’ultimo allenamento per solidarietà verso Nicholas) ed i durissimi litigi (prima Ribery con Gourcuff, quindi Evra col preparatore atletico Robert Duverne) che hanno portato alle dimissioni del direttore della delegazione Jean-Louis Valentin, la nazionale francese è nel caos più totale ed i bookmakers sono arrivati addirittura a scommettere sull’eventualità di una diserzione della partita col Sudafrica da parte dei giocatori!
Visto il clima è davvero difficile immaginare con precisione la formazione che proporrà Domenech ed i media europei si sono letteralmente scatenati proponendo le formazioni più disparate in cui le uniche certezze riguardano il quartetto difensivo.
Noi optiamo per una variante del catastrofico 4-3-3 visto con Uruguay e Messico: un modulo con un centrocampo più muscolare e l’esclusione di Govou (tra i peggiori in entrambe le partite) per Valbuena, che potrebbe disporsi sia come vertice alto di un centrocampo a tre, che come centrocampista di fascia in un classico 4-4-2.

(4-2-3-1): 1 Lloris; 2 Sagna, 5 Gallas, 3 Abidal, 13 Evra;20 Valbuena, 19 Diaby, 18 Diarra, 7 Ribery 12 Henry; 11 Gignac. A disposizione: 23 Carrasso, 16 Mandanda, 4 Reveillere, 6 Planus, 17 Squillaci, 22 Clichy, 14 Toulalan,  9 Cissè, 10 Govou, 8 Gourcuff, 15 Malouda. Allenatore: Raymond Domenech.

SUDAFRICA – La qualificazione è una missione quasi-impossibile anche per i bafana bafana, che però daranno sicuramente l’anima, se non altro per salutare degnamente un mondiale di cui l’Africa può comunque essere fierissima a livello organizzativo.
Il Ct Carlos Parreira ha annunciato modifiche radicali (si parlerebbe addirittura di 5 cambi rispetto alla formazione standard), certo è che non potrà contare sugli squalificati Khune e Dikgacoi; da segnalare infine la diffida che pesa su Pienaar (sicuramente uno dei calciatori sudafricani più attesi, probabilmente uno dei più deludenti), che però verrebbe azzerata in caso di un miracoloso passaggio del girone.
Abbiamo deciso di provare a scommettere su un 4-4-2 ultra-offensivo, certamente adatto a cercare la grande impresa.

(4-4-2): 1 Josephs, 2 Gaxa, 20 Khumalo, 4 Mokoena, 3 Masilela; 11 Modise, 6 Sibaya, 8 Tshabalala, 10 Pienaar; 17 Parker, 9 Mphela. A disposizione: 22 Walters, 14 Booth, 5 Ngcongca, 15 Thwala, 21 Sangweni, 23 Khuboni, 7 Davids, 19 Moriri, 12 Letsholonyane, 18 Nomvethe. Allenatore: Carlos Alberto Parreira

Fischio di inizio alle ore 16.00, presso il Free State Stadium di Bloemfontein, arbitrerà il signor Oscar Ruiz (Colombia).

GB