Roma: per 15 giorni veglia in casa la madre morta

Mai senza di lei, noi dobbiamo stare sempre insieme”, sarebbe stata questa la frase pronunciata ai carabinieri che sono entrati nella villetta dove la donna aveva vegliato la madre morta per almeno 15 giorni. La donna non sopportava l’idea di doversi separare dall’anziana madre ottantacinquenne, perciò ha deciso di restare accanto a lei notte e giorno anche in assenza di respiro.

È successo a Roma nella zona di Quarto Miglio, a ridosso dell’Appia Antica. L’allarme è stato lanciato da alcuni vicini che hanno avvertito i carabinieri insospettiti dal fatto di non aver visto negli ultimi giorni l’anziana donna e sua figlia di 63 anni uscire come erano solite fare, e anche dall’odore forte che proveniva dalla casa.

I carabinieri della stazione di Quarto Miglio hanno prima bussato e poi sono riusciti ad entrare nella villa con l’aiuto dei vigili del fuoco. All’ingresso hanno trovato la donna, un medico in pensione, la quale ha subito confessato, in forte stato confusionale, che la madre era morta il 4 giugno dopo un malore e che lei non era riuscita a salvarla. Non trovando la forza di separarsi dalla madre ha preferito vegliare il suo corpo senza vita.

Il cadavere dell’anziana donna è stato trovato in camera da letto in avanzato stato di decomposizione, solo l’autopsia svelerà le cause del decesso. La figlia dell’anziana signora invece è stata ricoverata all’ospedale di Frascati e sarà sottoposta a un trattamento psichiatrico. La donna, interrogata in ospedale, avrebbe confessato che durante i 15 giorni della veglia non è mai uscita da casa e si è nutrita soltanto con le scorte alimentari che erano nell’appartamento.

Sabrina Ferrante