Renato Zero, festeggia sessant’anni con sei concerti

Renato Zero, festeggia sessant'anni con sei concerti

Quale modo migliore per festeggiare i suoi sessant’anni se non organizzar sei concerti? E la festa si chiamerà proprio “Sei Zero”, ma si terranno tutti a Piazza di Siena, a Roma, il primo il 29 settembre, poi il 30 e gli altri 2 e 3, 5 e 6 ottobre.

Sul palco il mitico Renato, attorno mostre fotografiche e ricordi della sua vita, compresi alcuni dei suoi costumi che tanto hanno fatto parlare e sparlare non tanto i fans, ma tutti gli altri, pronti sempre a criticare un look quando non è conforme a cosa ci si aspetta, o ai tempi che si vivono. Lui, che non si è mai fatto influenzare dalle critiche è andato avanti, con l’età è cambiato, ma è rimasto sempre un grande artista in grado di dare al pubblico grandi emozioni.

E per i sei concerti promette canzoni differenti per ogni serata. Non ha problemi di repertorio lui, tra tutti gli album che ha inciso e canzoni che non hanno mai visto la luce, ovvero non sono mai state pubblicate, può scegliere, parole sue, tra mille! Da solo sul palco? No, ha già previsto di invitare amici, ospiti illustri quali Raffaella Carrà, ma non solo.

Renato Fiacchini, questo il nome all’anagrafe del sessantenne, sostiene che la sua è stata una vita piena di salite e discese, in cui non ha mai mollato. Difatti chi lo fa è perduto e non arriva proprio da nessuna parte e lui si può dire che molti traguardi li abbia raggiunti. Il suo ultimo lavoro, intitolato “Presente” ha venduto circa 360,000 copie.

Un artista del suo calibro è giusto che festeggi alla grande. I sei concerti li chiama abbracci con i fans, come dargli torto? Ne ha moltissimi che in tutti questi anni di lavoro di salite e discese, come le chiama Renato, non lo hanno mai abbandonato nemmeno un minuto. Io biglietti saranno in prevendita da domani e probabilmente non dureranno a lungo. È vero che sono sei serate, ma si prevede che accorranno da tutta Italia per festeggiarlo, come p giusto che sia! Buon compleanno allora, anche se il nostro giunge un po’ in anticipo rispetto alla festa!