Mondiali 2010, Camerun-Olanda 1-2: i Leoni indomabili rimangono a secco

L’Olanda di Marwjk non fa sconti e stende il Camerun lasciando i Leoni Indomabili a zero punti in classifica. Al Green Point Stadium di Citta del Capo è andata in scena una bella partita che ha restituito a questo campionato del mondo la presenza di una delle star più attese, Arjen Robben.

PRIMO TEMPO – Nel derby tra gli interisti Eto’o e Snejder parte subito bene la formazione africana che dopo 6′ arriva alla conclusione con Chedjou ma l’estremo difensore olandese non si fa trovare impreparato e para centralmente.

Al 20′ gli Orange tentano la reazione con una bella azione di Van Persie che dopo aver stoppato un pallone difficile conclude a rete, il portiere camerunense è però molto bravo nell’opporsi.

La compagine allenata da Marwjk comincia a prendere in mano il pallino del gioco ed al 26′ è Van der Vaart a provarci da calcio piazzato, Souleymanou para in presa bassa.

Al minuto 34 è Kuyt ad andare vicinissimo alla marcatura, l’attaccante del Liverpool conclude a botta sicura chiudendo però troppo la sua conclusione.

Il vantaggio è tuttavia nell’aria ed arriva 2′ più tardi con Van Persie bravo a concludere in gol un bella azione orchestrata assieme a Van der Vaart, ci sono comunque le proteste degli avversari per un presunto fuorigioco di Kuyt.

Il Camerun fatica a regire mettendo in mostra tutti i limiti evidenziati nelle due precedenti sfide.  Eto’o prova a fare del movimento in avanti ma risulta il più delle volte abbandonato a se stesso.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa l’Olanda continua a tenere in mano le redini del gioco ed al 52′ Van Persie scaglia un gran destro al termine di un’altra bell’azione personale. Il portiere avversario para senza problemi.

Gli Orange commettono altresì l’errore di abbassare troppo il proprio baricentro ed il Camerun comincia ad avvicinarsi all’area della formazione europea. I pericoli vengono prima da una conclusione di Nguemo al 60′ e poi da una bella iniziativa di Makounn al 62′.

Il “forcing” degli africani si concretizza così al 64′ quando Van der Vaart tocca con la mano un pallone nella propria area. E’ calcio di rigore che Eto’o puntualmente realizza.

Al 73′ momento importante per l’Olanda esce Van der Vaart ed entra Robben che comincia a scaldare i motori in vista della sfida contro la Slovacchia.

La partita si porta avanti su ritmi alquanto blandi e paradossalmente sembra essere l’Olanda la più interessata alla conquista dei 3 punti tanto che dopo essersi resi pericolosi con una potente conclusione di Snejder all’82’ i Tulipani trovano il vantaggio all’84’: splendida azione solitaria di Robben che converge al centro dalla fascia di destra e fa partire un destro al tritolo che si infrange sul palo alla destra di Souleymanou sulla ribattuta arriva Huntelaar che non sbaglia, 2-1.

La partita non regala più emozioni e come agli Europei di 2 anni fa l’Olanda passa il girone a punteggio pieno. Per il Camerun si chiude un mondiale a dir poco disastroso.

CAMERUN-OLANDA 1-2

MARCATORI: 35′ Van Persie, 65′ rig. Eto’o(C), 83′ Huntelaar

CAMERUN: 16-Hamidou Souleymanou; 19-Stephane Mbia, 7-Landry Nguemo, 3-Nicolas Nkoulou (73′ Song), 2-Benoit Assou-Ekotto, 8-Geremi, 11-Jean Makoun, 14-Aurelien Chedjou, 9-Samuel Eto’o, 13-Eric Choupo-Moting (72′ Idrissou), 12-Gaetan Bong (53′ Aboubakar). Ct.: Le Guen.

OLANDA: 1-Maarten Stekelenburg; 12-Khalid Boulahrouz, 3-John Heitinga, 4-Joris Mathijsen, 5-Giovanni van Bronckhorst; 7-Dirk Kuyt (67′ Elia), 6-Mark van Bommel, 10-Wesley Sneijder, 8-Nigel de Jong, 23-Rafael van der Vaart (73′ Robben); 9-Robin van Persie (57′ Huntelaar). Ct.: Van Marwijk

ARBITRO: Pablo Pozo (Cile)

AMMONITI: Nkoulou, Mbia(C), Kuyt, Van der Vaart, Van Bronckhorst(O)

Simone Meloni