All’asta la bandiera del generale Custer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:17

Sarà messa all’asta in ottobre da Sotheby’s la bandiera, lunga 83 cm e larga 67 cm, che accompagnò il generale George Armstrong Custer e il settimo reggimento di Cavalleria dell’esercito degli Stati Uniti nella battaglia di Little Big Horn contro la tribù indiana dei Lakota.

Lo riferisce sul suo sito la Cnn, proprio nel giorno del 134esimo anniversario dello storico scontro. Logoro e fragile, il vessillo fu ritrovato tre giorni dopo la battaglia del 25 giugno 1876 sotto il corpo di un soldato e potrebbe essere macchiato di sangue.

La storia ricorda che l’esercito statunitense fu sopraffatto dagli indiani Cheyenne, Arapaho e Lakota Sioux, guidati dalla figura quasi mitica di Cavallo Pazzo, nella gola del torrente Little Big Horn, nel territorio orientale del Montana. I soldati furono quasi tutti sterminati senza alcuna pietà e secondo le intenzioni degli indiani, affinché quell’azione servisse da monito ai posteri.

Il valore stimato da Sotheby’s per la bandiera è 2-5 milioni di dollari. A mettere in vendita il prezioso cimelio della nazione sarà il “Detroit Institute of Arts”, che lo possiede dal 1895.

“Quest’immortale bandiera di guerra rappresenta lo spirito, il coraggio e la tragedia di uno dei più drammatici momenti della storia americana – spiega David Redden, vicedirettore della casa d’aste Sotheby’s – I suoi fori di proiettili e le sue lacerazioni tradiscono la ferocia di quella terribile battaglia”.

Nulla è servito, però, a trattenerla. La bandiera finirà con ogni probabilità tra le mani di qualche facoltoso collezionista.

Raffaele Emiliano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!