Mondiali 2010, Usa-Ghana 1-2: Gyan manda le Black Stars ai Quarti di Finale

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:24
Gyan, l'autore del gol che ha regalato la qualificazione ai Quarti di Finale al Ghana

Continua il sogno Mondiale del Ghana e di tutto il continente africano. Le Black Stars di Rajevac hanno infatti battuto per 2 a 1 gli Usa di Bradley dopo i tempi supplementari, e così si sono qualificati ai Quarti di Finale, dove incontreranno l’Uruguay di Cavani & co. Gli eroi della partita sono stati K.P. Boateng e Gyan, che hanno segnato le due reti della vittoria ghanese. Il gol di Gyan è arrivato nel corso del primo tempo supplementare, mentre quello di Boateng nel primo regolamentare. Per gli Usa ha segnato invece Donovan, che nel secondo tempo regolamentare ha trasformato un calcio di rigore che l’arbitro Kassai ha concesso per un fallo di Jonathan Mensah su Dempsey. Ghana che quindi affronterà l’Uruguay nei Quarti di Finale di Sudafrica 2010, e che scenderà in campo venerdì 2 Luglio nella gara che andrà in scena a Johannesburg alle ore 20:30.

1 tempo – Bradley mette in campo gli 11 che erano stati annunciati alla vigilia, servendosi del suo collaudatissimo 4-4-2. Rajevac invece imposta il suo Ghana con il 4-2-3-1, ma con K.P. Boateng in campo al posto di Tagoe, e con Inkoom, Asamoah ed Ayew dietro all’unica punta Gyan.

Le due squadre si affrontano in campo a viso aperto, nonostante la posta in palio sia abbastanza importante. Il primo tiro in porta lo effettuano gli Usa, che al 4′ vedono il tentativo dalla lunga distanza di Dempsey, che l’estremo difensore del Ghana para senza problemi.

Il Ghana reagisce subito, ed un minuto dopo passa in vantaggio: Palla rubata a metacampo, passaggio a K.P. Boateng che dal limite dell’area di rigore statunitense fa partire un sinistro forte e preciso, che si insacca alle spalle di Howard.

Il gol gela gli Usa, che non riescono a sfondare l’attenta difesa ghanese. Ghana che al 18′ potrebbe raddoppiare con Gyan, che su punizione impegna il portiere Usa Howard.

Gli Usa provano a costruire qualche pericolo al Ghana. Al 22′ ci pensa Bradley a mettere in moto Kingson, con un tiro cross in area ghanese che il portiere delle Black Stars blocca a terra in due tempi. Usa che ci riprovano al 34′ con Fidley, che dopo aver ricevuto palla da Dempsey si invola in area di rigore ghanese: il tiro è basso e velenoso, ma Kingson lo riesce a respingere con i piedi.

I tentativi statunitensi non spaventano il Ghana, che al 29′ ed al 36′ prova a segnare la rete del raddoppio con K.P. Boateng ed Asamoah: in entrambi i casi però Howard è attento, e chiude lo specchio della propria porta con i suoi ottimi interventi.

Dopo un solo minuto di recupero termina un buonissimo primo tempo, giocato bene da entrambe le due squadre.

2 tempo – Il Ct degli Usa Bradley capisce che non può perdere altro tempo, così decide di inserire Feilhaber al posto di Findley, per dare maggior peso al suo attacco.

Feilhaber che al 46′ potrebbe portare i suoi al pari: dopo aver rubato palla ai difensori del Ghana, la sfera finisce nei piedi dell’attaccante Usa, che a tu per tu con Kingson non riesce a battere il portiere ghanese, che si supera e para il suo tiro ravvicinato. 

Gli Usa dimostrano di essere più in palla rispetto al Ghana e rispetto al loro abulico primo tempo. Usa che al 60′ trovano un calcio di rigore a loro favore: Dempsey si invola in area di rigore ghanese, ma viene messo giù da Jonathan Mensah. Sul dischetto va Donovan, che realizza la rete dell’1 a 1

Il Ghana accusa il colpo, infatti manovra di meno in avanti come accadeva nel primo tempo. Al 68′ le Black Stars provano a farsi nuovamente pericolose con una punizione battuta da Asamoah dalla trequarti statunitense, che Howard però blocca senza particolari patemi.

Gli Usa invece continuano ad attaccare, ed la 76′ potrebbero passare in vantaggio con Bradley, che riceve un passaggio filtrante da parte di Altidore e prova il tiro, che Kingson però para.

Col passare dei minuti le due squadre iniziano a diminuire l’intesità del loro gioco e dei loro attacchi, anche perchè cresce in loro la paura di perdere e di uscire dai Mondiali. Così Usa e Ghana iniziano a controllarsi a vicenda, fino ad arrivare ai tempi supplementari.

1 tempo supplementare – Il Ghana non fa cambi, così inizia i tempi supplementari con gli stessi 11 che hanno concluso i regolamentari. Negli Usa esce Altidore invece, che lascia spazio a Gomez. 

Il Ghana parte subito forte, ed al 93′ passa in vantaggio: Gyan sfrutta un errore dei centrali di difesa degli Usa, e così si invola in area di rigore statunitense, dove mette a segno la rete del 2 a 1.

Il gol del Ghana mette sulle gambe gli Usa, che però cercano di pareggiare con alcuni calci piazzati, sui quali le Black Stars si riescono a difendere bene. Dopo un minuto di recupero termina il primo tempo supplementare con il Ghana sul 2 a 1.

2 tempo supplementare – Nessun cambio da parte dei due Ct, che così giocano gli ultimi 15 minuti di questo Ottavo di Finale con gli stessi 22 che hanno già giocato i precedenti 105.

Gli Usa provano in tutti i modi a segnare la rete del pari, che li porterebbe ai calci di rigore, ma il Ghana si difende bene, e riesce così a portare a casa un’importantissima vittoria, che gli permette di approdare ai Quarti di Finale.    

IL TABELLINO:

Usa(4-4-2): Howard; Cherundolo DeMerit Bocanegra Bornstein; Donovan Bradley Clark(32′ Edu) Dempsey; Altidore(90′ Gomez) Findley(46′ Feilhaber). A disposizione: Guzan, Hahnemann. Spector, Onyewu, Goodson, Torres, Beasley, Holden, Buddle. Allenatore: Bradley.

Ghana(4-2-3-1): Kingson; Pantsil Jonathan Mensah John Mensah Sarpei(73′ Addy); Annan K.P.Boateng(79′ Appiah); Inkoom(113′ Muntari) Asamoah A.Ayew; Gyan. A disposizione: Ahorlu, Agyei. I.Ayew, D.Boateng, Owusu-Abeyie, Tagoe, Adiyiah, Amoah. Allenatore: Rajevac.

Arbitro: Kassai (Hun).

Marcatori: 5′ K.P.Boateng (Gha), 60′ Donovan (Usa), 93′(Ts) Gyan (Gha).

Ammoniti: Cherundolo, Clark, Bocanegra (Usa); Jonathan Mensah, A.Ayew (Gha).

Simone Lo Iacono