MotoGP: ritorna De Angelis

Sembra ormai ufficiale la notizia sul probabile ritorno di De Angelis nella classe regina

Alex De Angelis è pronto a salire sulla Honda del team Interwetten, per sostituire l’infortunato Aoyama in MotoGP.
Secondo fonti ufficiali,  il passaggio del sammarinese dalla Moto2 alla top class sarebbe stato richiesto direttamente al team RSM Scot addirittura dalla HRC, che ha da sempre un buon rapporto con Alex, il quale, lo ricordiamo, ha già corso per il marchio giapponese con il team Gresini.
La sostituzione  molto probabilmente sarà per sei gare.

 Quindi, dopo la decisione da parte della Yamaha di sostituire Valentino Rossi col collaudatore giapponese, ancora un altro pilota purtroppo necessita di un sostituto.
Il problema, quest’anno degli infortunati in MotoGP, sta diventando una cosa seria dato il già scarso numero di piloti e moto normalmente presenti al via, solo 17.
Se proviamo a paragonare il numero dei piloti della MotoGP con il numero dei partecipanti nelle altre cilindrate, Moto2 e 125, ci si rende conto davvero del declino della classe regina, nonostante continui ad avere il maggior numero di sostenitori e tifosi nel mondo.
Infatti, la causa dei pochi protagonisti in griglia di partenza nella MotoGP, è da ricercare sia negli eccessivi costi economici necessari al mantenimento delle prestazioni di ogni prototipo in pista, sia anche nell’impossibilità quasi di  trovare piloti in grado di poter correre, senza sfigurare, nella classe regina.

Intanto, oggi a soli pochi minuti della gara di Assen, si sono riaperti i discorsi nintorno alle voci di mercato e stupisce sentire un  Lorenzo dichiarare di non avere proposte da valutare per il prossimo anno.
Alquanto poco credibile, dato che continua a dimostrare di essere il vero antagonista di Rossi.
Il prossimo week end dovrebbero esserci finalmente notizie certe sulla destinazione dei “favolosi quattro” in scadenza di contratto: Rossi, Lorenzo, Stoner, Pedrosa.

Fiorenza Ciribilli