Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

L’allarme del prefetto di Roma: vogliono farci fuori

CONDIVIDI

“Nelle commissioni parlamentari stanno continuamente presentando maliziosi emendamenti per eliminare le prefetture d’Italia o ridurle, trasferendo le funzioni agli enti locali o alle questure”. A lanciare l’allarme è il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, che ieri in un’intervista a “Il Messaggero” ha dato sfogo alla sua preoccupazione per la montante insofferenza dimostrata da alcuni comparti politici nei confronti delle prefetture.

“Per l’Italia – ha continuato Pecoraro – significa tornare indietro di oltre sessant’anni. Ai tempi del fascismo, quando la questura era una divisione della prefettura. E’ in atto un vero progetto di riordino dello Stato, motivato solo apparentemente dalla volontà di ridurre la spesa. C’è superficialità e ignoranza in quanto è illegittimo trasferire agli enti locali con legge ordinaria – ha denunciato il prefetto capitolino – competenze prefettizie in materia di sicurezza. E’ necessaria, invece, una legge costituzionale”.

L’accusa mossa da Giuseppe Pecoraro investe sia i partiti della maggioranza che quelli dell’opposizione: “Dietro a questo disegno – ha spiegato – ci sono esponenti di un partito di governo ed esponenti dell’opposizione che cercano accordi sotto banco sui singoli temi, mettendo in difficoltà il governo. Siamo pronti a offrire il nostro contributo a un progetto serio di riorganizzazione dello Stato e al taglio degli stipendi – ha concluso Pecoraro – ma quello che sta avvenendo sul piano economico è gravissimo, ci stanno umiliando”.

Le parole scandite ieri dal prefetto della Capitale, hanno spinto il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, a tentare di fornire una risposta confortante: “Il prefetto di Roma non tema – ha detto – deve stare sereno, il Pdl è assolutamente convinto della grande rilevanza dei prefetti. Credo che i prefetti – ha insistito – siano tra le istituzioni più salde, più utili e anche più economiche che ha l’Italia e quindi noi continuiamo a contare molto sull’opera dei prefetti e delle prefetture”.

“L’esecutivo e la maggioranza – gli ha fatto eco il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri – ritengono essenziale il ruolo dei prefetti. Si tratta di funzioni e di prerogative che non solo vanno difese, ma semmai vanno ancor meglio definite e rafforzate. I prefetti sono una garanzia di terzietà e di coordinamento non solo tra le diverse forze dell’ordine, ma anche di fronte a tante problematiche di ordine sociale e istituzionale che trovano nelle prefetture – ha concluso – un punto di garanzia”.

Meno “confortante” la risposta fornita invece da Emanuele Fiano, responsabile Sicurezza dei democratici: “Noi del Pd – ha detto – non ci stiamo occupando nelle commissioni parlamentari di questo tema, ma i timori restano e riguardano anche i tagli previsti dalla manovra per il comparto sicurezza e il fatto che il contratto della categoria rinnovato per il biennio 2008-2009 non è ancora operativo”.

L’allarme lanciato dal prefetto di Roma è stato ampiamente condiviso da Enzo Letizia, segretario dell’Associazione nazionale funzionari di polizia. “L’allarme è giustificato – ha detto – Occorre, infatti, prestare la massima attenzione nel ridisegnare competenze e funzioni sull‘ordine e la sicurezza pubblica, poiché si va ad incidere direttamente sui principi e le garanzie unitarie dello Stato. Oggi si sente nuovamente il bisogno – ha continuato Letizia – di una commissione Affari interni al Senato e alla Camera dei deputati, che fu abolita agli inizi degli anni novanta, per ridare al Parlamento il luogo ove discutere in modo serio ed approfondito i temi della sicurezza”.

Maria Saporito

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram