Mondiali 2010, Capello guarda al futuro con fiducia: “Inghilterra, penso già agli Europei”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:53

Mentre la stampa inglese ed i tifosi lo hanno preso di mira, criticando il gioco scadente che ha portato la Nazionale inglese fuori dai mondiali sudafricani per mano della Germania, Fabio Capello non si scompone e dimostra un cauto ottimismo per quanto riguarda il suo futuro sulla panchina dell’Inghilterra.

Tra un paio di settimane la Football Association scioglierà le riserve su una eventuale permanenza del tecnico italiano, anche se nelle ultime ore sta prendendo quota, come rivela il quotidiano Evening Standard, la possibile candidatura di David Beckham come sostituto dell’attuale ct. Un altro nome interessante che potrebbe essere preso in considerazione è quello di Stuart Pearce, coach dell’under 21 e già assistente dell’ex allenatore di Juve, Milan e Roma.

Dal canto suo Don Fabio sta già pensando a come migliorare l’Inghilterra in vista dei prossimi campionati Europei, che si svolgeranno tra due anni: “Penso che dovremo inserire due o tre nuovi giocatori – ha dichirato il tecnico all’Afp in una intervista rilanciata dal sito della Fifa –Tra le possibili novità,  il centrocampista del Manchester United Adam Johnson o il terzino sinistro dell’Arsenal Kieran Gibbs. Prendo in considerazione pure Michael Dawson, anche se non è più giovanissimo. Non escludo Gabriel Agbonlahor e Bobby Zamora, che si è infortunato. E un altro giocatore che speriamo arrivi in forma agli europei è Owen Hargreaves“.

Capello è tornato anche sulla scadente prestazione della sua squadra in questi mondiali, conclusi con la terribile sconfitta per 4-1 contro la Germania (anche se sulla partita, pesa tantissimo il gol regolare annullato a Lampard sul 2-1 per i tedeschi): “In nessuna delle partite che abbiamo giocato in questo periodo, sette partite in tutto comprese le amichevoli, ho riconosciuto i giocatori che che ho visto all’opera in autunno“, ha commentato l’allenatore italiano, che ha chiaramente intenzione di ringiovanire il gruppo del futuro: “I nostri migliori ragazzi sono nell’Under 21 ma alcuni di loro non erano pronti per giocare ai Mondiali. Spero che Theo Walcott possa essere in forma per le prossime scadenze internazionali. Jack Wilshere è un altro giocatore interessante“.

La palla ora passa alla Federazione inglese, che a breve deciderà se concedere nuova fiducia a Capello o se ringraziarlo per il lavoro svolto e voltare pagina, per inaugurare un nuovo corso che tutti si augurano finalmente vincente.

Francesco Mancuso

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!