Mondiali 2010 Spagna-Portogallo 1-0: iberici nel segno di Villa, nuovo capocannoniere del mondiale

David Villa, capocannoniere del mondiale in coabitazione con Higuain e Vittek

A Città del Capo la Spagna batte per 1-0 il Portogallo nel derby iberico che chiude gli ottavi di finale del mondiale sudafricano. Le furie rosse ringraziano ancora una volta David Villa autore del gol decisivo, il quarto del suo mondiale. L’attaccante del Barcellona raggiunge in vetta alla classifica dei cannonieri Higuain e Vittek e nel quarto di finale prossimo contro il Paraguay avrà la ghiotta opportunità di aumentare ancora il suo bottino.

PRIMO TEMPO – In avvio tutto confermato nella Spagna mentre Queiroz schiera il suo Portogallo con il 4-3-3 inserendo in avanti Hugo Almeida al posto dell’annunciato Pedro Mendes. Pronti via e le furie rosse vanno vicino al gol con Fernando Torres che dopo due minuti impegna severamente in corner Eduardo con un tiro a giro mentre due minuti dopo l’azione degli spagnoli è in fotocopia con Villa a fare le veci di Torres ma con Eduardo pronto a non fare sconti e a mettere in angolo. La Spagna è martellante e al 7′ è ancora David Villa a provarci ma la sua conclusione è centrale ed il numero uno lusitano respinge senza problemi. In campo c’è una sola squadra ed al 12′ il Portogallo deve trattenere il fiato per la quarta volta in meno di un quarto d’ora quando Torres, direttamente da corner, tira al volo con la sfera che sfiora il palo alla destra del portiere portoghese Eduardo. Il Portogallo si fa finalmente vivo al 21′ con Tiago la cui conclusione potentissima viene bloccata in due tempi dal reattivo Iker Casillas. Al 28′ ci prova Ronaldo da lontanissimo su punizione con la sua conclusione da circa 35 metri che mette in difficoltà Casillas, costretto a respingere da pallavolista. Al 32′ ci riprova la Spagna con Xavi ma la sua conclusione è alta mentre ben più pericoloso è Hugo Almeida al 39′: cross di Raul Meireles da sinistra e la punta lusitana stacca di testa a due metri di Iker Casillas impattando però male la sfera che si spegne sul fondo. E’ questa l’ultima occasione di un primo tempo dominato all’inizio dalla Spagna ma controllato nella seconda metà dal Portogallo.

SECONDO TEMPO – La ripresa inizia senza cambi ed il ritmo sembra essere più blando con le due compagini più attente a non subire gol che a farlo. La prima occasione della ripresa è del Portogallo che al 53′ arriva ad un passo dall’incredibile vantaggio: grande azione di Almeida sulla sinistra con la punta lusitana che salta due uomini e serve al centro l’accorrente Ronaldo. Puyol è bravo ad anticiparlo ma il pallone colpito dal difensore del Barcellona scavalca Iker Casillas e termina a pochi centimetri della porta spagnola spegnendosi in corner non prima di aver dato l’impressione dell’autogol. Iniziano i cambi ed uno di questi, quello che vede l’ingresso in campo di Llorente, si rivela subito azzeccato: l’attaccante dell’Atletico Bilbao sfiora il vantaggio al 60′ con un colpo di testa sventato dall’ottimo Eduardo. La Spagna sale di tono ed un minuto dopo sfiora ancora il gol dell’1-0 con il solito Villa che sfiora il palo alla sinistra del portiere lusitano con un destro a giro ma al terzo tentativo, il neoattaccante del Barcellona fa centro: siamo al minuto numero 63′ quando un’azione corale degli iberici porta l’ex bomber del Valencia (in sospetto fuorigioco) a tu per tu con Eduardo bravo a respingere la prima conclusione di Villa-Maravilla. La respinta, però, capita ancora sui piedi dell’attaccante spagnolo che sigla il suo quarto gol mondiale portando in vantaggio i suoi. Al 70′ Sergio Ramos potrebbe chiudere partita e discorso qualificazione ma il suo destro a filo d’erba è smanacciato in corner dal portentoso Eduardo, migliore dei suoi, che tiene in vita il Portogallo. I lusitani, però, non si rendono pericolosi ed il possesso palla della Spagna è da manuale, evento che impedisce a Ronaldo e soci di provare ad agguantare il pari ed anzi è ancora Llorente a sfiorare il 2-0 all’86’ con un colpo di testa su assist di Villa che esce di pochissimo alla sinistra di Eduardo. L’espulsione in chiusura di Ricardo Costa cala definitivamente il sipario sull’ultimo ottavo di finale che porta la Spagna meritatamente al prossimo turno dove incontrerà il Paraguay. Per il Portogallo il rammarico di essere uscito dal mondiale al primo gol subito.

TABELLINO SPAGNA-PORTOGALLO 1-0

SPAGNA (4-2-3-1):  Casillas; Sergio Ramos, Piquè, Puyol, Capdevila; Busquets, Xabi Alonso (91’Marchena); Iniesta, Xavi, Villa (’88 Pedro); Torres (59′ Llorente). A disposizione: Valdes, Reina, Albiol, Marchena, Arbeloa, Fabregas, Martinez, Silva, Mata, Pedro, Jesus Navas. Allenatore: Vicente Del Bosque.

PORTOGALLO (4-3-3):  Eduardo; Fabio Coentrao,  Ricardo Carvalho,  Bruno Alves, Ricardo Costa; Raul Meireles,  Tiago,  Pepe (72′ Pedro Mendes); Hugo Almeida (58′ Danny), C.Ronaldo, Simao (72’Liedson). A disposizione: Beto, Daniel Fernandes, Rolando, Miguel, Paulo Ferreira, Miguel Veloso, Ruben Amorim, Deco, Liedson, Pedro Mendes. Allenatore: Carlos Queiroz.

RETI: 63′ Villa

AMMONITI: Xabi Alonso (S), Tiago (P)

ESPULSI: 89′ Ricardo Costa (P)

ARBITRO: Hector Walter Baldassi (Argentina)

Francesco Maisano