Calciomercato Barcellona: testa a testa con l’Inter per Mascherano

La scelta di Mascherano: Barcellona o Inter?

Il destino di Javier Mascherano è diventato una sfida tra Barcellona e Inter. I nerazzurri sembravano in pole per portare in Italia il centrocampista argentino e la volontà del suo “maestro” Benitez gioca tuttora un ruolo fondamentale per la riuscita dell’operazione. Ma a mettere i bastoni fra le ruote dei campioni d’Europa ci pensa Pep Guardiola, allenatore del Barcellona. I blaugrana vogliono aggiungere un grande nome al centrocampo dopo aver rinforzato l’attacco con David Villa e inizialmente il nome maggiormente caldeggiato era quello di Cesc Fabregas, catalano dell’Arsenal.

Wenger ha però opposto una strenua resistenza e dal momento che la follia economica è già stata fatta per l’ex-attaccante del Valencia, 40 milioni, le attenzioni si sono spostate sul mediano ormai in partenza da Liverpool. Secondo il “Sun“, gli spagnoli hanno sorpassato i nerazzurri con la loro offerta che si aggira intorno ai 30 milioni di euro, milione più, milione meno. Anche il talento tedesco Mesut Ozil è finito nel mirino dei campioni di Spagna. Pronti 20 milioni da offrire al Werder Brema. Parte di questi soldi verranno presi dall’imminente cessione di Yaya Toure al Manchester City di Roberto Mancini. L’operazione per il trasferimento dell’ivoriano è ormai fatta e si aspetta solo l’annuncio.

Non solo Tourè per Mancini che vuole un mercato di prima scelta per i suoi citizens. Oltre al possente centrocampista proveniente dal Barcellona, l’obbiettivo è il grande nome in attacco. L’Aston Villa ha chiesto 28 milioni per Milner, esterno d’attacco grandito a Mancini, ma questa cifra è possibile che venga utilizzata per strappare Edin Dzeko al Wolfsburg. A maggior ragione se i tedeschi dovranno sborsare la dozzina di milioni richiesti da Zamparini per Kjaer. E il povero Liverpool? Verrà solo defraudato dei suoi pezzi migliori, oltre che dell’allenatore? Certo che no. Le ridottissime finanze a disposizione potranno essere usate per convincere gente come Gilberto Silva, Hangeland e Van der Vaart, a vestire la maglia dei reds.

Giuseppe Greco